fbpx
Comunicati e Eventi

Comunicati e Eventi (173)

Sanità. Di chi le colpe: Mastrobuono o Zingaretti?

M5S logo 350 260dal Deputato Luca Frusone, M5S - “Sanità: Finalmente Zingaretti butta giù la maschera ma i consiglieri del PD locale dovrebbero forse cercarne una per nascondersi dai cittadini”.

Frosinone 21/07/2015 _ “Dopo gli eventi degli ultimi giorni, dopo la sua affermazione sulla pericolosità dell’ospedale di Alatri, Zingaretti ha finalmente calato la maschera. Tutte le opere di persuasione e tutti i consigli che arrivavano dal territorio non cadevano nel vuoto, come volevano far credere ai cittadini di questa Provincia, per colpa del Direttore Generale Mastrobuono, utilizzata dal PD come parafulmini, ma cadevano nel vuoto perché il piano di Zingaretti e del PD è sempre stato quello di impoverire la Provincia.” – a denunciarlo è il Deputato 5 Stelle Frusone che continua – “Le proposte fatte per cercare di migliorare le condizioni della sanità locale, sono state innumerevoli, una su tutte quella di utilizzare i soldi destinati a pagare le prestazioni straordinarie, per assumere invece nuovi medici, vista la carenza di personale.

Beh, la risposta è sempre stata negativa, giustificata dalla “scusa” del commissariamento, un commissariamento, non dimentichiamocelo, dovuto alle pessime gestioni della sanità dei vari Storace, Marrazzo, Polverini ed ora di Zingaretti. Il paradosso è che abbiamo speso di più per avere di meno e Zingaretti, come tutti quelli che l’hanno preceduto non ha fatto altro che dispensare promesse, brandendole come armi elettorali, tutte inutili, tutte completamente disattese, una presa in giro dietro l’altra verso i cittadini e i propri elettori.

Come dimenticare ad esempio la promessa del DEA di II° livello. Per come stanno le cose oggi, non si sa nemmeno se la rete ospedaliera riuscirà a garantire i minimi livelli di assistenza.” – e conclude – “Il lavoro che il Movimento 5 Stelle ha svolto in questi 2 anni in Regione ha dimostrato tutta l’inadeguatezza del piano sanitario di Zingaretti rispetto alle reali esigenze del territorio della provincia. Il PD la sua opera di distruzione l’ha portata a termine ora aspettiamo solo l’occasione per dimostrare come si dovrebbe governare una Regione senza dover far tagli ai servizi per i cittadini, ma riducendo i veri sprechi.”

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Pubblicato in Comunicati e Eventi
Leggi tutto...

"Salute senza confini" ammesso al finanziamento

lilt 350 260da LILT Frosinone - Dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali sono stati resi noti i progetti sperimentali ammessi al contributo ai sensi della Legge n. 2B6 del 11 agosto 1991 "Legge quadro sul volontariato".
Per la Regione Lazio sono stati ammessi solo due progetti. Tra questi un progetto originale della Lilt di Frosinone in collaborazione con il Cesv. Il progetto, dal titolo "Salute senza confini" affronta un tema per certi. versi trascurato dal punto di vista socio sanitario e che riguarda la fascia adolescenziale che non viene inquadrata dai percorsi socio sanitari come bisognosa di esigenze particolari che non possono essere ricondotte né alla fase pediatrica né a quella dei giovani adulti e mutua esperienze íniziall di altri Paesi.
Profonda soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Lill di Frosinone Or. Norberto Venturi, a testimonianza che iniziative di valore possono provenire dal territorio e possono avere riconoscimento nazionale.

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Pubblicato in Comunicati e Eventi
Leggi tutto...

Lago di Canterno, lavori da impedire

Canterno lavori dannosi 350 260di Marco Maddalena* - Un appello alla Regione Lazio, in particolare al Presidente e agli eletti nel territorio, per attivarsi alla tutela della Riserva Naturale del Lago Canterno da lavori incuranti del contesto naturale, svolti proprio dall’ Azienda Speciale provinciale .
Sono evidenti, infatti, i lavori di sbancamento invasivi, con l’uso di mezzi pesanti come ruspe, che si stanno effettuando sulle sponde del Lago. L’ente regionale deve verificare se sono rispettati i vincoli ambientali , paesaggistici e le prescrizione della LEGGE REGIONALE N. 29 DEL 6-10-1997 REGIONE LAZIO “Norme in materia di aree naturali protette regionali”.
Un’area che non necessitava di questi interventi “pesanti”, vista l’importanza paesaggistica dell’area e la presenza di un boschetto dove avviene la nidificazione di diversi uccelli migratori come ad esempio : aironi, svassi, nitticore e germani reali ect.
Tutto ciò , da un lato danneggia l’aspetto paesaggistico e naturale e dall’altro minaccia l’avifauna e la biodiversità
Aldilà che potremmo trovarci di fronte ad una situazione "formalmente" corretta con le relative autorizzazioni, il problema vero è la scarsissima qualità progettuale di questi interventi , che incuranti del contesto naturale , vengono concepiti e realizzati in maniera da peggiorare l'ambiente e non di migliorarlo.
Va, infatti, stigmatizzato e denunciato il fatto che la maggior parte delle scarse risorse a disposizione delle aree protette viene impiegata non in interventi di gestione naturalistica ed ambientale , come sarebbe fisiologico, bensì in opere inutilmente costose e nella maggior parte dei casi dannose all'ecosistema
Questo episodio è l’ennesima conferma di come l’attuale consiglio di amministrazione e gli enti locali Provincia di Frosinone e Comune di Ferentino considerano il Lago di Canterno come il “giardino di casa” e non come una delle più importanti zone umide dal punto di vista naturalistico del Lazio.

*Capogruppo Consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà di Ferentino

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Pubblicato in Comunicati e Eventi
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici