fbpx

Aspettando Godot...

CRONACHE&COMMENTI

Pierluigi dai tu quella "mossa" che reclami dagli altri!!!

di Aldo Pirone
bersani 350 minConfesso di avere una certa simpatia per Pierluigi Bersani. Non dimentico gli errori che anche lui ha compiuto nel gorgo che ha travolto la sinistra post comunista. É stato un buon ministro dell'industria nel governo Prodi. Da segretario del PD cercò di raddrizzare le gambe a una creatura nata storta al Lingotto di Veltroni e che storta rimane, ma non ci riuscì, aprendo così la via a Renzi. Le sue metafore emiliane per descrivere le situazioni politiche sono diventate proverbiali. Il suo distacco dal Pd di Renzi fu troppo lungo e tortuoso, condizionato da quell' "extra ecclesiam nulla salus", introiettato ai tempi del Pci, principio che si era esaurito da tempo. Se non altro perché dalla ecclesiam se n'erano già andate masse notevoli di popolo e di lavoratori. Non ha mai perso la concretezza del comunismo emiliano e le sue idealità fondamentali. Per questo ha denunciato con una certa insistenza, inascoltato, la presenza della mucca reazionaria di massa nel corridoio della sinistra. E continua a porre la questione a tutti. È sicuramente una persona onesta che crede a quello che dice, giusto o sbagliato che sia.

L'altra sera l'ho ascoltato a "Otto e mezzo" di Lilli Gruber. E, come succede da tempo, mi trovo a condividere le sue considerazioni - magistrale quella sulla Meloni - i suoi avvertimenti, i suoi suggerimenti sul "che fare?", soprattutto in ordine all'urgenza dell questione sociale, al lavoro, al "campo progressista" che è cosa diversa dal "campo largo" di Letta. Il quale, invece di cercare di riprendere il consenso in una parte almeno di ceti popolari che non vanno più a votare o votano a destra come dice Bersani, cerca Calenda e anche un po' Renzi nel più puro stile Tafazzi.

Che cosa non mi convince di Bersani?

Quel suo aspettare Godot, alias Letta, che contrasta con l'urgenza del suo appello: "Diamoci una mossa". Se il filo da tirare è quello del lavoro, non in generale - come per il malato di Hegel cui fu ordinato dal medico di mangiare frutta in generale e che rischiò di morire di fame perché al mercato quella "frutta in generale" non la trovava mai, trovando, invece, solo pesche, banane, susine, mele ecc. - ma sostanziandolo di proposte concrete come la legge sulla contrattazione e rappresentanza sindacale, il salario minimo, la riduzione drastica dei "contratti pirata" e delle tipologie di lavoro precario, il recupero nei salari e nelle pensioni di tutta l'inflazione ecc., allora perché non prendere un'iziativa politica, convocare un incontro aperto a tutto il campo progressista, sindacati e associazionismo compresi ovviamente, volto a "darsi una mossa"? Cominciando a mettere nero su bianco le proposte per il lavoro? E perché non far scaturire da questo incontro una campagna di incontri nei posti di lavoro fra la miriade di consiglieri comunali, regionali e parlamentari nazionali ed europei che fanno riferimento al campo progressista e i lavoratori in carne e ossa?

A prendere l'iniziativa potrebbe essere un "Comitato nazionale per l'alleanza progressista". Non credo che mancherebbero nomi di rilievo, ma, soprattutto, si scavalcherebbero a piè pari non solo le paturnie di Letta per Calenda e Renzi ma anche tutte le incrostazioni di piccolo ceto politico di sinistra.

Ho notato il rispetto e quasi l'appello della Gruber a ricandidarsi - "grande saggio" lo ha definito - ma ho apprezzato molto di più ciò che ha risposto Bersani: la politica è cosa ben più ampia della presenza nelle istituzioni e non ha intenzione di "andare nel bosco".

Ma allora Pierluigi, perché non dai tu quella "mossa" che reclami dagli altri?

 

malacoda 75

Aldo Pirone, redattore di malacoda.it

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

 

Pubblicato in Cronache&Commenti
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici