fbpx
  • Associazioni sociali e volontarie

Sora. Bando di concorso per 7 agenti di polizia locale

ASSOCIAZIONI

Si può fare un po’ di chiarezza prima di arrivare al concorso?

di Floriana Porretta*
concorsi pubblici novita 390 minCom’è noto, il 29 gennaio 2023 scadrà il termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso per 7 posti di agente di polizia locale presso il comune di Sora. Vista l’importanza dell’evento, ci si aspetterebbe la massima chiarezza e trasparenza. Ma a quanto pare questa non è una preoccupazione del sindaco Luca Di Stefano.

A leggere il bando di concorso in questione, infatti, non sembra che si abbia avuto particolare interesse a rendere chiaro a tutti come saranno gestite le procedure concorsuali e, soprattutto, se sarà garantita la trasparenza e l’equità dei risultati finali.

In particolare, all’articolo 7 del bando, sotto il titolo Prove d’Esame, si legge che esse saranno due: una prova scritta a contenuto teorico/pratico; una prova orale che consisterà in un colloquio. Mentre si ricorrerà ad una preselezione solo nel caso in cui le domande presentate regolarmente superino le 140 unità.

Subito dopo, però, nello stesso articolo e sotto lo stesso titolo, si legge che “Sono ammessi alla prova scritta i candidati collocati nella graduatoria, appositamente formata, in base alla votazione dagli stessi ottenuta in ordine decrescente di punteggio, entro la 70esima posizione”.

Ma di quale graduatoria si parla? Una graduatoria potrebbe esserci soltanto se ci fosse una preselezione, cioè in caso di più di 140 domande regolari, perché per la preselezione sono previsti dei criteri. Ma se le domande regolari fossero meno di 140, e una preselezione quindi non ci fosse, in base a quali criteri si formerebbe quella graduatoria? Il bando non lo dice.

Insomma, non è affatto chiaro quanti saranno i partecipanti alle due prove d’esame e in base a quali criteri. Se vi fosse la preselezione, i partecipanti sarebbero 70. Ma se la preselezione non ci fosse, quanti sarebbero? A giudicare dal bando, dovrebbero partecipare tutti, non essendo possibile formare alcuna graduatoria. Quindi, se le domande regolari fossero, ad esempio, 139, e perciò non si svolgesse la preselezione e non si formasse una graduatoria, parteciperebbero alle due prove tutti i 139 candidati? Ma non sarebbe un tantino bizzarro far partecipare alle due prove un numero maggiore di candidati quando le domande sono di meno, e farne partecipare un numero minore quando le domande sono di più?

La mancanza di trasparenza suscita sempre molti dubbi. Con quale spirito i candidati parteciperanno al concorso, in una tale situazione d’incertezza? Con quale spirito i dirigenti e i funzionari del comune redigeranno gli atti? Con quale spirito i membri della commissione esaminatrice accetteranno e svolgeranno l’incarico? Con quale spirito il comune di Alatri, ed eventualmente altri comuni, aderiranno alla procedura concorsuale di Sora? Con quale spirito i cittadini giudicheranno l’azione degli amministratori e di tutti gli altri attori?

Se a questo si aggiunge che poco prima dell’indizione del concorso, il 29 settembre del 2022, è stato fatto approvare da Di Stefano un apposito “Regolamento procedure concorsuali e procedure selettive” in una riunione della Giunta in cui erano assenti due assessori su cinque, Gemmiti e De Gasperis, lo spirito con cui si osservano questi fatti diventa ancora più cupo.

Abbiamo forse capito male? Si può fare un po’ di chiarezza prima di arrivare al concorso? O forse è il caso di riscrivere almeno l’articolo 7 del bando?

Sora 23 gennaio 2023
*Floriana Porretta, Presidente del Movimento Civico Pro Ospedale e Territorio

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Pubblicato in Associazioni
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici