fbpx

Ceccano Calcio in corsa per il secondo posto

 

Dopo quel pareggio beffardo il secondo posto sembrava essere svanito

di Valentino Bettinelli*
MircoCarlini 350 minIl Ceccano Calcio, dopo il discusso pareggio di domenica scorsa e le note polemiche nei confronti del direttore di gara, ha ripreso ad allenarsi con il solito spirito. I rossoblù si stanno preparando al prossimo derby casalingo contro il Tecchiena, che si terrà domenica 15 maggio, con l’obiettivo di raggiungere il secondo posto e continuare a sperare in un probabile ripescaggio nel prossimo campionato di eccellenza.
In una intervista l’allenatore Mirco Carlini ha detto la sua su questo ultimo periodo del campionato.

1. Mister, domenica la squadra ha offerto una prestazione come sempre di livello, che però non ha portato all’ottenimento dei tre punti. Come ha visto i suoi ragazzi?

La prestazione è stata ottima dal punto di vista del gioco. Abbiamo espresso un gran calcio, come abbiamo fatto in quasi tutte le gare del campionato. Ad eccezione del Cos Latina al ritorno, non c’è stata una squadra che è stata superiore a noi. C’è grande rammarico per il pareggio ottenuto, soprattutto perché il tempo era abbondantemente scaduto e l’arbitro avrebbe dovuto decretare prima la fine del match. Abbiamo perso due punti che potevano proiettarci, in caso di vittoria nella gara di recupero con Alatri, al secondo posto in solitaria. Stiamo comunque lavorando benissimo, consapevoli degli sforzi che stiamo facendo, portando avanti una stagione straordinaria.

2. Dopo quel pareggio beffardo il secondo posto sembrava essere svanito, ma la sconfitta nel pomeriggio del Cos Latina permette ancora di tenere la corsa aperta per un secondo posto importantissimo in ottica ripescaggio. Come vede questa opportunità?

Sicuramente l’obiettivo deve essere questo. Come abbiamo sempre detto non eravamo partiti per vincere il campionato, in considerazione della rosa giovanissima che abbiamo. Siamo l’unica squadra che ha giocato da inizio stagione con i classe 2004 titolari fissi. In alcune gare ci sono stati in campo fino a cinque età di lega in contemporanea. A questo punto siamo lì e dobbiamo tentare in ogni modo di raggiungere il secondo posto, che aprirebbe le porte per un ripescaggio in eccellenza, categoria che a Ceccano manca da oltre dieci anni.

3. Oltre al recupero della gara con Alatri mancano tre partite, di cui due in casa. Crede che il fattore Popolla possa diventare fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo?

Sicuramente il secondo posso passa per il Popolla. Giocheremo con due squadre che hanno fatto molto bene, sia Tecchiena che Guarcino. Saranno due gare molto difficili, ma dobbiamo vincerle a tutti i costi, iniziando dal sentito derby di domenica con Tecchiena. Per fare questo abbiamo bisogno del nostro fortino e, quindi, chiedo l’appoggio alla nostra tifoseria, che nelle ultime partite è tornata a sostenerci con forza sia in casa che fuori. Il loro sostegno è fondamentale, perché il raggiungimento del nostro obiettivo sarebbe un episodio destinato a restare nella storia del calcio ceccanese.

Domenica, dunque, i ragazzi di Carlini ospiteranno la Polisportiva Tecchiena, che all’andata si era imposta con il risultato di 2-1 sul Ceccano. Un derby importante per cancellare la sconfitta del girone di andata e per continuare la corsa verso il secondo posto.

*Valentino Bettinelli, Ufficio Stampa

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Ludovica Valori e il suo treno sempre in corsa

 Arte trovata per caso

 

di Serena Galella
LudovicaValori min 1Ho incontrato Ludovica infinite volte e in differenti contesti. L’ho ascoltata sul palco con diversi gruppi, una volta con la fisarmonica, un’altra con il trombone o il bombardino, con il suo canto e la sua bella e positiva presenza.

Tutto ha avuto inizio con la Titubanda, la banda romana di strada. Ludovica suonava il trombone insieme a tante altre musiciste e musicisti, tanti amici con i quali mi incontravo nei concerti romani.

La Titubanda, nata nel 1999, è un collettivo aperto a tanti musicisti dell’underground romano di varie provenienze e stili. Da questo humus fertile sono nati svariati gruppi e artisti solisti.
La ricordo anche nel bellissimo disco del gruppo Ardecore, Chimera, un album che amo molto, nel quale oltre a Ludovica partecipano altri amici come Luca VenitucciTitubanda USA 390 min e Zar* al mandolino, proprio nel brano che dà il titolo all’album.
Ludovica è una persona gentile, una donna impegnata che dà voce agli ultimi tramite l’arte, la musica, la radio, l’insegnamento e qualsiasi altro mezzo possibile. Si è dedicata a progetti di solidarietà soprattutto nei Balcani, dove è poi tornata con la Titubanda nel festival più incredibile e importante di tutta la regione, Guča.
Donna curiosa e capace, conduce un programma su Radio Città Aperta, Valori in corso, in cui presenta delle vere perle, sempre attenta all'attualità e alla creatività dei progetti musicali emergenti e non solo, facendo informazione su avvenimenti e manifestazioni intorno al mondo della musica e dell'arte.

Nel 2018, quando ha saputo che avevo lanciato il corwdfunding per la realizzazione di un documentario su Barnelli**, mi ha invitata in radio e proposto di presentare il mio progetto. Questa è stata l’occasione per conoscere meglio Ludovica che ha03 ludo radio logo 370 min gestito con passione, allegria e partecipazione sincera la trasmissione, facendomi sentire a mio agio. Il suo stile professionale e leggero, mi ha aiutata a trattare un argomento per me urgente e allo stesso tempo sensibile, senza scivolare nella tristezza, pur trattando tutti gli aspetti e il perché del progetto. Mesi dopo, sono stata io ad aderire ad uno suoi tanti progetti con la partecipazione al video per un brano delle Nuove Tribù Zulu, Viaggerò, girato con una tecnologia innovativa che permette di vederlo a 360°.

Video Nuove Tribù Zulu Viaggerò: 

 

Ludovica è sempre pronta e disponibile a tuffarsi in nuove avventure che hanno tutte un unico filo conduttore, quello della denuncia, dell'impegno e dell'amore. Il suo è un treno sempre in corsa e lo si capisce dai versi sue canzoni, nelle sonorità dei brani, nella ricerca dei suoni provenienti da culture diverse, nella infinita curiosità che porta a mettersi in moto, a partire “in direzione ostinata e contraria”.
Il duo “Traindeville”, che fonda in India nel 2012 con il contrabbassista Paolo Camerini, ha avuto il piacere di esibirsi davanti al Presidente della Repubblica Mattarella, in occasione della Giornata della Memoria il 27 gennaio 2020, poco prima della chiusura di tutto dovuta alla pandemia.

004 Traindeville 600.2 min

Le collaborazioni di Ludovica sono tantissime, ma vorrei fosse lei a raccontarci i suoi progetti, le prospettive e come sta vivendo questo momento.
Le ho proposto una breve intervista e ha accettato di buon grado.

Ludovica, tu che collabori con tanti gruppi, raccontaci, qual è la situazione, come stanno andando le cose?

Il momento non è facile per nessuno: pensa che proprio all'inizio del 2020 con Susanna Buffa avevamo pubblicato il nostro primo album Suoni dal buio, una raccolta di canti popolari che vedono protagoniste le donne, e stavamo iniziando a promuoverlo in giro... c'erano in programma tante belle cose. Come per tutti, del resto. Ma come dice John Lennon “La vita è quello che succede mentre sei occupato a fare altri progetti”. L'importante è non perdersi d'animo e soprattutto non perdere tempo, guardarsi intorno, capire come stanno gli altri. Perché in questa tragedia ci siamo dentro tutti insieme e ne dobbiamo uscire insieme senza lasciare indietro nessuno.
Durante il primo lockdown ho cercato fondamentalmente di continuare a dar voce al mondo dell'arte e così per Radio Città Aperta ho inventato le Interviste in quarantena: registrate in video e audio via Skype, venivano mandate in onda da remoto o pubblicate periodicamente come podcast sul sito della radio. E' stato bello perché tanti musicisti, attori, giornalisti hanno condiviso le loro emozioni proponendosi “senza filtro”.
Chiaramente in queste settimane la situazione è diversa, possiamo muoverci un po' di più. Quindi con Nuove Tribù Zulu abbiamo ideato e realizzato un nuovo videoclip, “Rosa e Fuoco” con l'animazione creata da “La Casa dei Conigli” e con Traindeville lo scorso dicembre abbiamo registrato un concerto a Sutri per Tuscia in Jazz, che poi è stato trasmesso in streaming: c'è stata una bella risposta da parte del pubblico. Comunque è ovvio che non vediamo l'ora di tornare sul palco!

Video Nuove Tribù Zulu Rosa e fuoco 

 

Come hai riprogettato il tuo lavoro da un anno a oggi?

Ti dico sinceramente che sto facendo anche altri lavori per mantenermi (soprattutto per mantenere attivato il cervello!) ma non smetterò mai di credere nell'importanza della musica e dell'arte, che sono essenziali per aiutarci a interpretare e a superare i momenti critici. Insegno pianoforte ai bambini e cerco di trasmettere loro l'amore per la bellezza, di sviluppare la loro fantasia anche nello studio di uno strumento che è in realtà molto difficile. E' un'esperienza preziosa che porta a mettersi sempre in discussione e anche questo è davvero stimolante.

La Radio? Hai dovuto riadattare il programma?

Il mio programma continua: non possiamo avere ospiti in studio ma realizzo le interviste in collegamento telefonico. Sto dedicandomi più spesso a temi legati all'attualità come il mobbing, il chemsex, l'omofobia... credo che in questo periodo sia molto importante affrontare questi argomenti, c'è in giro molta aggressività, molta frustrazione, e questo per chi è più fragile è un rischio.

Il futuro, la tua visione.

Mi auguro che quando questo incubo sarà finito torneremo a vivere e a divertirci, ma con un po' più di consapevolezza. In questo anno ci siamo dovuti fermare, forse qualcuno di noi ha riflettuto sulla propria vita e magari domani troverà il coraggio di prendere decisioni importanti, strade più autentiche. Non saremo più quelli di prima, il trauma collettivo che stiamo vivendo ci lascerà dei segni ma dovremo impegnarci per fare un salto di qualità ed essere migliori: è il nostro dovere nei confronti delle generazioni future.

Faccio anche mio l'augurio di Ludovica che ringrazio per la disponibilità e per le sue puntuali osservazioni.

* Aleksandar Caric' Zar
** Bernd Barnelli Witthüser

 

Sito ufficiale Traindeville: https://traindeville.com/

Canale Youtube Traindeville
https://www.youtube.com/channel/UCphX3MOsSXAz185Ha1B9L0Q

Traindeville music
https://open.spotify.com/artist/10zlLvS3oIHA4IA2jUMmnF?si=aH2ydqqGQyecrtSDp8Jl9g

“Suoni dal Buio – canti popolari di donne che resistono” - Susanna Buffa e Ludovica Valori
https://open.spotify.com/album/2iWwAW4TN7RigWh1gzSQkV?si=7prx5mahRraTrjX_a0--pw

Valori in Corso – Rock in progress
https://www.radiocittaperta.it/shows/valori-in-corso/

 

Note biografiche

Ludovica Valori nata a Roma nel 1970, inizia lo studio del pianoforte dall'età di 5 anni con la M.a Alba Biondi Paris. Conseguito il diploma di solfeggio e di Compimento inferiore di pianoforte al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, nel 1988 si diploma al Liceo Scientifico Cavour e nel 1992 ottiene il Diploma in Illustrazione presso lo IED (Istituto Europeo di Design) di Roma svolgendo contemporaneamente la professione di grafica presso lo studio grafico InLine Art & Design. Lavora come illustratrice e grafica, viaggia – soprattutto nei Balcani, dove si dedica a progetti di solidarietà con Servizio Civile Internazionale e Consorzio Italiano di Solidarietà – dopodiché intraprende da autodidatta lo studio della fisarmonica.
- Verso la fine del 1999 entra a far parte della Titubanda (Banda di ottoni da strada), con la quale suona per diversi anni, partecipando a numerosi festival in Italia, Spagna, Francia, USA, Serbia, Bosnia, Croazia e cimentandosi anche con strumenti a fiato (bombardino, trombone).
- Nell’estate del 2000 forma il quartetto da strada klezmer-balcanico Dragan Trio con cui partecipa a numerosi festival buskers italiani (Ancona Klezmer Festival, Pennabilli, Festa per la Cultura di Roma, Scultori in piazza, Vincoli Sonori).
Partecipa con alcuni soli di fisarmonica e trombone ai cd di Roberto Fega “Metafonie” e “Fave Quotidiane”.
Tra il 2001 e il 2005 si esibisce con Giulio Carcani al sax nel duo BarBar per le strade dell'Italia e della Grecia.
- Si laurea presso il DAMS di Roma Tre nel 2006 con una tesi in Teorie e Tecniche dei Nuovi Media.
- Nel 2006 incide con il bombardino alcuni brani nel cd della cantautrice Momo “Il giocoliere”, partecipando ad alcuni dei suoi concerti.
- Tra il 2007 e il 2011 fa parte del trio Le Romane con la cantante Raffaella Misiti (Acustimantico).
- Dal 2007 al 2013 fa parte del gruppo folk-rock Ardecore incidendo al trombone alcuni brani nel cd “Chimera” (Targa Tenco 2007). Partecipa come trombonista e fisarmonicista/tastierista ai loro concerti, tra cui il Festival della Musica Tradizionale Città di Loano con un live dedicato a Luigi Tenco, e il Post-Romantic Empire Fest con un live che vede ospite Nada. Successivamente inciderà un brano alla fisarmonica nel cd di Nada, “Vamp”. Partecipa alle incisioni del doppio album di Ardecore “San Cadoco” (2012) e al tour di presentazione del disco.
- Dal 2006 al 2013 fa parte del gruppo folk BandaJorona, con cui sperimenta le potenzialità del dialetto romanesco, componendo brani originali che vengono incisi nell’album “Mettece Sopra” (2012) e partecipando all’intensa attività concertistica dell’ensemble.
- Dal 2008 al 2009 suona con gli Her Pillow (storica band romana dedita al folk-rock irlandese): con loro registra il cd di cover punk “La Kapra Kampa”. Continua a collaborare con loro in occasione di spettacoli teatrali ed eventi speciali.
- Dal 2007 è fisarmonicista, trombonista e pianista delle Nuove Tribù Zulu. Con loro partecipa anche al progetto multiculturale NOW – Nomadic Orchestra of the World, un ponte musicale tra Italia e India che vede la band realizzare un tour in Italia (2009) e uno in India (inverno 2010) a fianco dei musicisti nomadi del Rajasthan. “Banjara!”, il cd frutto di questa esperienza, vede la luce nel 2012 per l’etichetta Materiali Sonori. Nell’estate 2013 esce “Diario Nomade” e a gennaio 2016 l’EP “Namasté Om Shanti”: dischi di cui cura anche la grafica e l’artwork.
- Tra le altre collaborazioni musicali quelle con Luca Faggella, Massimiliano D’Ambrosio, Luca De Nuzzo, Yo Yo Mundi, Susanna Buffa e con gli attori Stefano Vigilante, Paolo Pesce Nanna, Simona Senzacqua e Donatella Mei.
Collabora con il webmagazine Slowcult realizzando interviste ad altri musicisti, recensioni cinematografiche e articoli su vari argomenti.
- Nel 2012 durante un viaggio in India crea il duo Traindeville assieme al contrabbassista Paolo Camerini producendo vari videoclip e due album con brani originali, “Shadows and Lights” (2015) e “Caffè Fortuna” (2017) e più recentemente un singolo, “Il Cavaliere delle Nuvole” (2019), un brano che parla di amore, amicizia e Resistenza, tra i temi più cari alla band che si esibisce nel corso degli anni in Italia, India, USA, Lussemburgo, Francia, Polonia, Belgio, Germania.
- Dal 2019 insegna pianoforte ai bambini con l'obiettivo di conciliare lo sviluppo della creatività musicale con la didattica “classica”.
Conduce il programma radiofonico “Valori in Corso – Rock in Progress” su Radio Città Aperta, in diretta ogni venerdì dalle 12 alle 14.
- Nel 2020 ha prodotto e pubblicato il disco “Suoni dal buio – canti popolari di donne che resistono” insieme alla cantante e chitarrista Susanna Buffa.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il Covid-19 ferma la corsa del Frosinone

Frosinone calcio

Giallazzurri, con ben 14 assenti tra infortunati e contagiati

Parzyszek Zampano 370 mindi Tommaso Cappella* - Potrebbe sembrare un mezzo passo falso per il Frosinone, ma questa volta ci si è messo anche il Covid-19. Dopo il ko rimediato al “Tombolato” con il Cittadella, i giallazzurri, con ben 14 assenti tra infortunati e contagiati da Covid-19, pareggiano 1-1 allo “Stirpe” con il Pordenone e i playoff restano alla portata. Un ruolino di marcia rallentato con appena due punti nelle ultime tre gare. Ma quello contro i veneti, come detto, è un punto che vale moltissimo per quanto accaduto alla vigilia per colpa del Coronavirus che ha falcidiato due terzi della squadra giallazzurra.

Al di là degli infortunati di lungo corso Baroni e Luciani, dei due esclusi per scelta tecnica Dionisi e Ardemagni e dei positivi al Covid 19 Brighenti, Novakovich e Capuano, ai quali, per lo stesso motivo, si aggiungono anche Salvi, D'Elia, Ariaudo, Curado, Maiello, Carraro, Rohden, Volpe, Giordani e, all’ultimo momento, anche Bardi, il tecnico Nesta è costretto a scelte obbligate. Gli unici confermati, rispetto al match contro il Cittadella, sono quindi Zampano, Szyminski, Beghetto, Ciano e Parzyszek. Dentro pertanto dal primo minuto, oltre a Iacobucci tra i pali, nella zona nevralgica del campo Tribuzzi, Gori, adattato al fare il difensore centrale, Kastanos, Vitale e Boloca. Gara che, sin dalle prime battute, vede la squadra di Tesser cercare di imporre il proprio gioco, ma il Frosinone se la gioca a viso aperto. I due portieri comunque non corrono eccessivi pericoli. Al 17’ bella azione personale di Tribuzzi, para a terra Perisan. Risponde il Pordenone tre minuti dopo con Diaw, ma Iacobucci esce sicuro in presa bassa. Prendono coraggio i padroni di casa e al 26’ una girata al volo di Parzyszek trova Perisan alla respinta. Al 33' cross basso e teso di Zampano dalla destra, Perisan anticipa di un niente Tribuzzi. Pordenone vicinissimo al vantaggio al 40’: sugli sviluppi di calcio d'angolo tiro di Diaw su palla rimessa in area da Falasco ma Iacobucci respinge in angolo. Con il risultato bloccato sullo 0-0 le due squadre vanno al riposo.

Nella ripresa il copione non cambia con il Pordenone che cerca di approfittare dell’emergenza in casa Frosinone e prova a passare. I giallazzurri cercano di resistere ma all’8’ devono capitolare. Batte una punizione Calò sulla trequarti, Diaw di testa anticipa tutti e mette alle spalle di Iacobucci. Piove sul bagnato in casa Frosinone perché al 15’ si deve arrendere Ciano per una botta al ginocchio e Nesta è costretto ad effettuare l’unico cambio di movimento con Tabanelli. Al 19’ l’estremo difensore giallazzurro si deve superare su tiro del solito Diaw. Prova a reagire il Frosinone. Al 23’ batte un angolo Beghetto, palla messa fuori per Vitale che calcia, tiro murato in mischia. La formazione di Tesser controlla la gara e nelle file del Frosinone comincia a farsi sentire un tantino di stanchezza. La fortuna aiuta però gli audaci perché al 39’, su cross di Beghetto, tiro di Boloca, batti e ribatti e Parzyszek mette alle spalle di Perisan. E, dopo quattro minuti di recupero, il Frosinone trova un punto che vale più di una vittoria con appena 14 giocatori a referto.

Ed ora, per l’ultima gara di questo 2020, il Frosinone è atteso mercoledì prossimo alle ore 17,00 dalla trasferta all’Arena Garibaldi contro il Pisa degli indimenticabili ex Robert Gucher (diventato nel frattempo anche capitano dei nerazzurri n.d.c.) e Danilo Soddimo. Probabile comunque anche la possibilità che la società decida di chiedere il bonus e che la gara pertanto venga rinviata. La squadra di D’Angelo, reduce dal pareggio 1-1 in quel di Cosenza, non nasconde le proprie velleità di piazzarsi tra le prime otto per centrare i playoff, sfuggiti di un niente nella passata stagione proprio a vantaggio dei giallazzurri. Da questi ultimi ci si aspetta naturalmente il ritorno immediato alla vittoria che possa consentire di riportarsi in una posizione di classifica più consona alle reali potenzialità di questo Frosinone.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Frosinone, la corsa verso la serie A si ferma ad Empoli

Bisognerà cominciare a pensare ai playoff, cercando di centrare almeno il terzo o quarto posto

Dionisi Romagnoli 390 minTommaso Cappella* - Dopo aver superato nelle battute finali lo Spezia, riaprendo di fatto le speranze di promozione diretta in serie A, il Frosinone esce sconfitto dal “Castellani” contro l’Empoli dell’ex Pasquale Marino che di contro rientra a pieno titolo nella zona playoff. Una gara che avrebbe dovuto dare tante conferme e aspettative dopo la convincente prova contro i liguri di Italiano. Ma così non è stato ed ora, a cinque giornate dal termine, bisognerà cominciare a pensare ai playoff, cercando di centrare almeno il terzo o quarto posto per entrare in lizza nel secondo turno.

Assenti gli infortunati Tabanelli e Matarese, oltre a Vitale non convocato, rispetto alla gara con lo Spezia il tecnico Nesta apporta due sole novità nello schieramento iniziale: Ariaudo al centro della difesa per Szeminski e Dionisi per Ciano in attacco. Già al 10’ Frosinone vicino al gol: iniziativa di Rohden il quale tutto solo dentro l’area, servito da Dionisi, tira al volo a colpo sicuro ma Brignoli si supera. Ancora tentativi dei giallazzurri sempre con Rohden e Salvi al 15’ e 16’ e Dionisi al 18’. Al 28’ Novakovich divora un gol praticamente fatto davanti la porta di Brignoli e, subito dopo, l’Empoli passa: Antonelli sulla sinistra serve in profondità Bandinelli che crossa dal fondo, velo di Mancuso, sfera che arriva a Ciciretti tutto solo il quale di sinistro insacca per l’1-0 con cui si conclude la prima frazione di gioco.

Nella ripresa Nesta lascia negli spogliatoi Novakovich e inserisce Ciano e al 12’ toglie Gori e getta nella mischia Maiello, uno dei tanti ex della gara. Sfortunato il Frosinone al 14’ quando D’Elia crossa e Ciano “spizza” la sfera quel tanto da mettere fuori gioco Dionisi pronto a battere a rete. Tanti gli errori in fase di appoggio e anche un pizzico di sfortuna non consentono al Frosinone di concretizzare e pervenire quindi al pareggio. Al 20’ cross di D’Elia, tiro al volo di Ciano ma è “sporco” e pallone sul fondo. Al 25’ l’Empoli va vicino al raddoppio ma il gran tiro da fuori area di Bajrami trova Bardi alla deviazione in angolo. Alla mezz’ora il Frosinone resta in dieci perché Haas, già ammonito, ferma con le cattive Ciciretti, rimedia il secondo giallo e Sacchi lo espelle. Al 35’ cross di Beghetto, testa di Rohden, grande rovesciata di Citro con Romagnoli che respinge con un braccio, ma Sacchi lascia proseguire. Assalto finale della squadra di Nesta, ma l’Empoli controlla, trova anche il secondo gol in chiusura su rigore ancora con Ciciretti e porta a casa i tre punti che lo portano al settimo posto in piena zona playoff.

Archiviata questa amara trasferta toscana, si torna subito in campo perché lunedì sera alla ore 21,00 allo “Stirpe” arriva la Juve Stabia, superata all’andata per 2-0 al “Menti” di Castellammare grazie al gol iniziale di Beghetto e al rigore nel recupero di Ciano, e che, in questo turno nell’anticipo delle 18,45, ha pareggiato 1-1 tra le mura amiche con la Virtus Entella. Ci si attende da Brighenti e compagni il pronto riscatto, non fosse altro per puntare alle zone alte della classifica in funzione, come detto, della disputa dei playoff.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

Il Frosinone riparte da Trapani per riprendere la corsa verso la serie A

Riparte a porte chiuse, sabato 20, dal “Provinciale” di Trapani il campionato del Frosinone

MisterAlessandroNestadi Tommaso Cappella* - Ripartirà rigorosamente a porte chiuse per via del Covid-19 sabato 20 giugno alle ore 18.00 dal “Provinciale” di Trapani il campionato del Frosinone.

La Lega di serie B ha ufficializzato venerdì mattina date e orari dalla decima alla diciassettesima giornata. Dall’undicesima turno comunque la torneo cadetto disputerà le gare il venerdì e il lunedì con una gara alle 18.45 e le altre alle ore 21.00. I giallazzurri, attualmente terzi in classifica, a due sole lunghezze dal Crotone e quindi dalla promozione diretta in serie A, sono chiamati a dare quindi il massimo.

Dopo la serie di tamponi effettuati nei giorni scorsi e allenamenti individuali, dall’inizio di questa settimana la formazione di Nesta sta intensificando la preparazione. Tutti a disposizione, fatta eccezione per Ciano che sta svolgendo lavoro a parte. Il forte attaccante giallazzurro potrebbe anche tonare disponibile già per la trasferta di Trapani (dove non ci sarà comunque Dionisi squalificato dopo l’espulsione contro la Cremonese n.d.c.), altrimenti un suo impiego potrebbe avvenire nel match interno a porte chiuse con il Cittadella di venerdì 26 giugno alle ore 21,00 al “Benito Stirpe”.

Intanto in casa Trapani si può tirare un sospiro di sollievo nella complicata vicenda che lo vede contrapposto, nelle aule giudiziarie, alla precedente proprietà, la FM Service di Maurizio De Simone. Giovedì scorso infatti il Tribunale di Trapani ha dato ragione alle tesi difensive del società granata ribaltando la sentenza di primo grado che aveva visto condannare il club siciliano alla restituzione di 350mila euro alla FM Service per un presunto utilizzo improprio di una fideiussione relativa alla precedente stagione sportiva.

Ora quindi i ragazzi di Castori possono concentrarsi con tutta tranquillità sul campionato con l’obiettivo di raggiungere la salvezza. Attualmente la formazione degli ex Del Prete ed Evacuo sono terz’ultimi, a due lunghezze dai playout e sette dalla salvezza diretta. Si prevede quindi un match alquanto difficile per Brighenti e compagni soprattutto per quanto riguarda le condizioni ambientali. La posta in palio è alta per i rispettivi obiettivi. E’ chiaro che da patte del Frosinone ci vorrà la gara perfetta se si vuole veramente puntare a quel secondo posto, dal momento che ormai il Benevento, primo in classifica, sembra irraggiungibile, ed evitare la lotteria dei playoff che rappresentano pur sempre una grande incognita per tornare nel massimo campionato.

 

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Tutto di corsa ad Anagni

M5S logo mindi Fernando Fioramonti - Non è la prima volta che accade, la scorsa volta fu la delibera consiliare sulla diffida a Macchitella e la richiesta di un Pronto Soccorso, ma la scusante fu l’urgenza e la straordinarietà. Adesso invece a 48 ore di di distanza viene convocato il consiglio comunale in sessione ordinaria pubblica urgente il cui unico punto all’ordine del giorno è: approvazione del bilancio consolidato relativo all’esercizio 2017 del comune di Anagni. Non solo, la commissione Bilancio è stata convocata con 24 ore circa di preavviso. Un argomento così importante come il bilancio consolidato, che portò alla caduta della vecchia amministrazione, può essere discusso così in fretta?

La scusa che il comune ha carenza di dipendenti e che tanto c’è il parere favorevole dei revisori dei conti a mio avviso non regge. Questo è un obbligo di legge che si deve fare ogni anno, qual è il problema a programmarlo con tempo? Perché i documenti che non sono pochi, con tutti i riferimenti di legge, li dobbiamo studiare di corsa? Questi erano i metodi contestati alla vecchia amministrazione, niente niente è rimasto tutto uguale a prima? Anche perché molti della vecchia maggioranza sono oggi in questa nuova.

Quindi se volete dare un segnale diverso cominciate da queste piccole cose.

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Morolo accoglie la 'Corsa del Cuore'

Podismo Podio Maschile 350 mindi Tommaso Cappella - E' in programma domenica prossima, con partenza alle ore 9,30, la tredicesima edizione de 'La Corsa del Cuore' e terza della 'Corsa delle Coppie', gara podistica sulla distanza di 10 chilometri, organizzata dalla Pam Morolo presieduta da Dario Pietropaoli, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, sotto l'egida del Coni e della Uisp-Sport per Tutti, Comitato di Latina. La partecipazione è aperta a tutti gli atleti in regola con il tesseramento Atletica Leggera, Uisp, Fidal ed enti di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, purché in regola con la certificazione sanitaria per attività sportiva agonistica. La quota di preiscrizione è di 5 euro fino alle ore 14,00 del 7 settembre al numero di fax 0773.660099. Per le modalità delle iscrizioni basta consultare il sito www.uisplatina.it, oppure scrivere alla mail. - Non è previsto il pacco gara. La quota di iscrizione in loco fino a trenta minuti dalla partenza è di 7 euro.

E' in programma domenica prossima, con partenza alle ore 9,30, latredicesima edizione de 'La Corsa del Cuore' e terza della 'Corsadelle Coppie', gara della Uisp-Sport per Tutti, Comitato di Latina. La partecipazione è aperta a tutti gli atleti in regola con il tesseramento Atletica Leggera, Uisp, Fidal ed enti di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, purché in regola con la certificazione sanitaria per attività sportiva agonistica. La quota di preiscrizione è di 5 euro fino alle ore 14,00 del 7 settembre al numero di fax 0773.660099. Per le modalità delle iscrizioni basta consultare il sito www.uisplatina.it, oppure scrivere alla mail. - Non è previsto il pacco gara. La quota di iscrizione in loco fino a trenta minuti dalla partenza è di 7 euro.

Dall'edizione del 2016, oltre alla tradizionale gara a carattere individuale, il vulcanico e imprevedibile presidente Dario Pietropaoli si è inventata la 'Corsa delle Coppie'. Sono ammessi alla gara gli atleti che avranno compiuto il 18° anno di età e non superato il 90° (purché in regola con la certificazione sanitaria per attività sportiva agonistica). La coppia sarà formata da una donna e un uomo, indipendentemente dalla società di appartenenza. Verrà stilata una classifica ottenuta sommando i tempi dei singoli atleti. Saranno premiate le prime 5 (cinque) coppie, oltre alle prime 5 (cinque) con il maggior numero di coppie appartenenti alla stessa società. Tutte le coppie partecipanti riceveranno in dono una pergamena personalizzata. L'iscrizione alla gara delle coppie dovrà essere fatta entro e non oltre le ore 20,00 del 6 settembre e non sono ammesse il giorno della gara.

E' bene ricordare che l'edizione scorsa è andata a Diego Papoccia, portacolori della Runners Club Anagni, il quale ha preceduto Fabio Lupinetti della Città dei Papi di Anagni. Terza piazza per Mario Capuani dell'Aprocis Runners Team. In campo femminile Irene Ruzza dell'Atletica Colleferro ha preceduto Ilaria Tersigni della Romatletica Salaria, mentre il terzo gradino del podio è stato conquistato da Chiara Colatosti della Polisportiva Ciociara 'Antonio Fava'. Per quanto riguarda le coppie, il tandem Papoccia-Tersigni ha preceduto Giuseppe Brancato e Alessia Mirabella dell'Atletica Ceccano.

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Morolo accoglie la 'Corsa del Cuore'

Podismo Podio Maschile 350 mindi Tommaso Cappella - E' in programma domenica prossima, con partenza alle ore 9,30, la tredicesima edizione de 'La Corsa del Cuore' e terza della 'Corsa delle Coppie', gara podistica sulla distanza di 10 chilometri, organizzata dalla Pam Morolo presieduta da Dario Pietropaoli, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, sotto l'egida del Coni e della Uisp-Sport per Tutti, Comitato di Latina. La partecipazione è aperta a tutti gli atleti in regola con il tesseramento Atletica Leggera, Uisp, Fidal ed enti di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, purché in regola con la certificazione sanitaria per attività sportiva agonistica. La quota di preiscrizione è di 5 euro fino alle ore 14,00 del 7 settembre al numero di fax 0773.660099. Per le modalità delle iscrizioni basta consultare il sito www.uisplatina.it, oppure scrivere alla mail. - Non è previsto il pacco gara. La quota di iscrizione in loco fino a trenta minuti dalla partenza è di 7 euro.

E' in programma domenica prossima, con partenza alle ore 9,30, latredicesima edizione de 'La Corsa del Cuore' e terza della 'Corsadelle Coppie', gara della Uisp-Sport per Tutti, Comitato di Latina. La partecipazione è aperta a tutti gli atleti in regola con il tesseramento Atletica Leggera, Uisp, Fidal ed enti di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, purché in regola con la certificazione sanitaria per attività sportiva agonistica. La quota di preiscrizione è di 5 euro fino alle ore 14,00 del 7 settembre al numero di fax 0773.660099. Per le modalità delle iscrizioni basta consultare il sito www.uisplatina.it, oppure scrivere alla mail. - Non è previsto il pacco gara. La quota di iscrizione in loco fino a trenta minuti dalla partenza è di 7 euro.

Dall'edizione del 2016, oltre alla tradizionale gara a carattere individuale, il vulcanico e imprevedibile presidente Dario Pietropaoli si è inventata la 'Corsa delle Coppie'. Sono ammessi alla gara gli atleti che avranno compiuto il 18° anno di età e non superato il 90° (purché in regola con la certificazione sanitaria per attività sportiva agonistica). La coppia sarà formata da una donna e un uomo, indipendentemente dalla società di appartenenza. Verrà stilata una classifica ottenuta sommando i tempi dei singoli atleti. Saranno premiate le prime 5 (cinque) coppie, oltre alle prime 5 (cinque) con il maggior numero di coppie appartenenti alla stessa società. Tutte le coppie partecipanti riceveranno in dono una pergamena personalizzata. L'iscrizione alla gara delle coppie dovrà essere fatta entro e non oltre le ore 20,00 del 6 settembre e non sono ammesse il giorno della gara.

E' bene ricordare che l'edizione scorsa è andata a Diego Papoccia, portacolori della Runners Club Anagni, il quale ha preceduto Fabio Lupinetti della Città dei Papi di Anagni. Terza piazza per Mario Capuani dell'Aprocis Runners Team. In campo femminile Irene Ruzza dell'Atletica Colleferro ha preceduto Ilaria Tersigni della Romatletica Salaria, mentre il terzo gradino del podio è stato conquistato da Chiara Colatosti della Polisportiva Ciociara 'Antonio Fava'. Per quanto riguarda le coppie, il tandem Papoccia-Tersigni ha preceduto Giuseppe Brancato e Alessia Mirabella dell'Atletica Ceccano.

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Papoccia, trasferta a Dachau tra musica e corsa

Podio maschile Papoccia 350 260 minTommaso Cappella* - Diego Papoccia si prende anche l'Europa. L'atleta ciociaro, campione italiano amatori sui 10 e 5 mila metri, titoli conquistati a giugno ad Arezzo, vincitore di moltissime gare disputate in Italia e allenato da Marco Romano, è stato invitato dall'amministrazione comunale di Fondi in occasione della trasferta a Dachau, località tristemente nota per essere stato dal 22 marzo del 1933 il primo campo di concentramento nazista, per i venti anni del gemellaggio con la Città tedesca. Papoccia ha fatto parte di una delegazione del Comune di Fondi, ospite a Dachau dal 7 al 12 agosto scorsi, in qualità di suonatore di organetto. Una lieta sorpresa per quanti conoscono e apprezzano le doti atletiche del podista di Anagni. Ha anche approfittato quindi per gareggiare in una corsa podistica sulla distanza dei 10 chilometri, piazzandosi al terzo posto assoluto dietro a due atleti locali, il vincitore Steffen Burkert e Mahamud Ahmed Said, giunto secondo.
Ma è proprio Diego Papoccia a raccontare questa splendida esperienza.

«Diciamo subito che, oltre che correre, mi diletto anche a suonare l'organetto, una passione che coltivo sin da quando ero ragazzo - esordisce il campione italiano su pista dei 5 e 10 mila metri - Quando ho gareggiato a marzo in quel di Borgo Hermada ho portato con me proprio il fedele organetto per fare festa a fine gara e trascorrere una serata in allegria con i tanti amici e colleghi podisti. Proprio gli atleti di Fondi mi hanno chiesto di poter far parte della delegazione che sarebbe partita per la Germania nel mese di agosto. Ho dato il mio assenso e, quindi, il 7 siamo partiti per Dachau. Siamo stati accolti in maniera splendida - continua l'atleta ciociaro - ed io ho riscosso un notevole successo per aver fatto ballare tantissime persone con il mio organetto mentre sorseggiavano boccali di birra. Proprio in questi giorni infatti nella cittadina tedesca, come in altre località della Germania, si sta celebrando anche la tradizionale festa della birra. Ho suonato nelle serate dell'8 e 9 agosto. Sono rimasto impressionato per la grande visibilità che mi è stata riservata tanto finire sulla stampa locale. Poi la mattina del 10 agosto mi sono cimentato in una gara podistica che si correva in una frazione di Dachau alla quale hanno partecipato anche alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale di Fondi. Nonostante avessi dormito poco e la stanchezza accumulata mi sono piazzato al terzo posto. Però mi hanno chiesto a gran voce di essere presente l'anno prossimo per puntare alla vittoria. Promessa mantenuta, ci sarò. Domenica siamo tornati in Italia felici per questa splendida esperienza. Vorrei approfittare comunque - conclude Diego Papoccia - per ringraziare Salvatore Di Meo, sindaco di Fondi, il consigliere comunale Giulio Cesare Di Manno e, soprattutto Florian Hartman, borgomastro di Dachau, per l'ospitalità e la cordialità con cui ci hanno e mi hanno accolto».

*giornalista volontario in pensione

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Frosinone: ko a Palermo, ma ancora in corsa per la 'A'

Ciano e Dionisi 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Il Frosinone esce sconfitto dal 'Barbera' contro il Palermo nella gara di andata della finale dei playoff che valgono la serie A. Un 2-1 sicuramente recuperabile nel match di ritorno in programma sabato sera alle 20,30 al 'Benito Stirpe'. Ci vorrà la vittoria con qualunque punteggio da parte dei ragazzi di Moreno Longo per fare il salto nella massima serie. Un vero peccato comunque perché i giallazzurri contro la formazione dell'ex Roberto Stellone non hanno affatto sfigurato e forse avrebbero meritato qualcosina in più.

E pensare che la sfida del 'Barbera' si mette subito bene per il Frosinone che trova il gol in avvio grazie ad una magia di Camillo Ciano il quale dai trenta metri trova l'incrocio dei pali con Pomini immobile. La reazione del Palermo c'è subito, anche se la retroguardia giallazzurra fa buona guardia. Ha dell'incredibile invece quello che accade ad un minuto dal riposo. Krajnc effettua una grande giocata per Dionisi in area, ma il capitano cicca clamorosamente per il possibile 0-2. E così, da gol mangiato a gol subìto. Nel capovolgimento di fronte infatti il Palermo trova il gol del pari grazie ad un gran tiro dal limite di La Gumina con pallone che si insacca a fil di palo.
Nella ripresa i giallazzurri sono in balia dei rosanero che le provano tutte per scardinare la difesa giallazzurra. Si fa male anche Paganini, costretto ad uscire e Longo manda in campo Frara. L'undici di Stellone nel finale passa per una sfortunata deviazione di Terranova. Inutile poi il forcing finale perché Dionisi e compagni si devono arrendere ad un Palermo che vince di misura.

A questo punto non resta che attendere sabato per la gara di ritorno. Soprattutto occorre armarsi di tanto ottimismo e sperare che, oltre alla prestazione dei giallazzurri, intervengano altri fattori che possano dare una mano a questo Frosinone. Quello che non deve mancare sarà però la spinta che, ancora una volta saprà dare il popolo giallazzurro con una presenza massiccia al 'Benito Stirpe'. L'auspicio è che non si debba assistere ad un'altra amarezza, come quella contro il Carpi nella passata stagione e con il Foggia quest'anno. E su questo versante Dionisi e compagni sono in forte credito con la dea bendata e non solo (vedi arbitraggi e infortuni n.d.c.). E allora tutti allo stadio a trascinare il Frosinone verso la serie A che ha dimostrato, ancora una volta, di meritare.

*giornalista volontario in pensione

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici