fbpx

Perchè il sequestro del depuratore di Ceccano

CECCANO LE RAGIONI OPPOSIZIONE

OGGI. All'interrogazione del novembre 2021 non ci fu risposta....

Ceccano DepuratoredelleCese 370 minLa notizia riguardante il sequestro del depuratore di Ceccano conferma quanto la nostra azione consiliare sia stata opportuna per riportare in assise comunale il confronto sulle azioni messe in campo dall’amministrazione in materia di tutela ambientale.

Nello scorso Consiglio Comunale, infatti, è stata portata in discussione un'interrogazione presentata nel novembre 2021 dai consiglieri Corsi, De Santis, Di Pofi, Piroli e Querqui avente ad oggetto le vicende che hanno interessato il depuratore consortile. Abbiamo chiesto espressamente al Sindaco, il quale esprimeva parere favorevole con prescrizioni al rilascio dell'AIA al depuratore stesso, a che punto fosse l'attuazione delle prescrizioni e quali fossero state le azioni poste concretamente in essere dall’ente a seguito delle numerose segnalazioni inoltrate dall'A&A in merito a scarichi anomali riscontrati presso il depuratore di Colle San Paolo, continuate a pervenire anche a seguito del rilascio dell’ AIA.

Nel merito nessuna risposta alle domande formulate, soprattutto in ordine allo stato di attuazione delle prescrizioni sulle quali il Sindaco aveva assicurato la vigilanza dell’amministrazione né in ordine ad eventuali verifiche effettuate in occasione delle comunicazioni inoltrate dalla soc. A&A circa i riscontrati ‘scarichi anomali’.

Lasciando alle competenti Autorità Giudiziarie il compito di accertare le responsabilità, riteniamo che il merito di aver tenuto alta l'attenzione sulla problematica vada riconosciuto, sicuramente, alle azioni promosse dai cittadini.

Il Sindaco, ormai da anni, tende ad affrontare le questioni amministrative con un costante atteggiamento da campagna elettorale quando la questione ambientale, data la rilevanza, non dovrebbe essere cavalcata politicamente ma interessare e vedere coinvolti tutti i livelli amministrativi con l’unico obiettivo di assicurare tutela e migliorare la qualità della vita dei cittadini.

I Consiglieri Comunali
Marco Corsi, Mariangela De Santis, Emiliano Di Pofi, Emanuela Piroli, Andrea Querqui

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

Leggi tutto...

PSI Ceccano. Che dire della gestione del depuratore consortile?

PSI “SANDRO PERTINI” CECCANO

A proposito del consiglio comunale del sei maggio '22

psi 350 minSi assiste con sgomento ai consigli comunali, ormai dovremmo essere abituati ai loro continui sproloqui, ma il consiglio comunale del sei maggio c.m. è stato il più fantasioso.

Si premette che il problema ambientale, purtroppo presente assiduamente nella nostra amata terra, non ha colore politico. Si ricorda che il sindaco assume sia il ruolo di autorità sanitaria che di pubblica sicurezza, l’amministrazione deve farsi carico delle proprie responsabilità. L'interrogazione “del 11 novembre 2021 avente in oggetto le vicende che hanno interessato la gestione del depuratore consortile” presentata dal nostro consigliere, Emiliano Di Pofi, insieme agli altri consiglieri di minoranza, rivolta all’assessore Del Brocco è stata accolta dall’assessore con ilarità. C’è poco da ridere e da scherzare. Potrebbe incrementare i controlli, ad esempio sul depuratore dell’Asi e sulle aziende che emettono quella puzza acre che raggiunge in alcuni casi anche il centro storico della cittadina, ma più spesso avvolge come un manto velenoso la parte bassa. Il nostro territorio è profondamente ferito dall'inquinamento, non è difficile incontrare accumuli e piccole discariche di rifiuti.

C’è assolutamente bisogno di interventi strutturali, di diffondere la cultura dell’ambiente. Non basta farsi selfie.
Nascondersi dietro la solita frase faziosa che viene ripetuta come un mantra da questa amministrazione, non funziona più, Caligiore e la sua giunta siedono in consiglio comunale da ben 7 anni.

Ceccano, 10 maggio 2020. Comunicato stampa PSI sezione Sandro Pertini di Ceccano Angelo Belli, iscritto

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Lo scandalo A&A e il depuratore di Ceccano

CECCANO E IL TANFO INSOPPORTABILE 

Raccogliere denunce e preparare con i cottadini una concreta azione di protesta

di Coordinamento politico “Il Coraggio di Cambiare”
Ceccano DepuratoredelleCese 370 minÈ di poche ore la notizia dell'arresto del Presidente dell'A&A Riccardo Bianchi, a seguito dell'indagine svolta dal N.I.P.A.A.F., che ha accertato, nel Cassinate, l'avvelenamento da acido solforico del Rio Pioppeto a causa del "malfunzionamento" del depuratore Cosilam.

L'A&A, lo ricordiamo, è la stessa società che gestisce il depuratore ASI di Ceccano, e Ceccano (ricordiamo anche questo) è da alcuni anni in balia di tanfo insopportabile che rende impossibile la vita dei cittadini. Situazione che nelle ultime settimane è stata di nuovo segnalata e denunciata dal nostro coordinamento, che con le forze che lo compongono porta avanti da sempre questa battaglia, senza tuttavia ottenere un valido riscontro dalle autorità competenti.

Ancora una volta restiamo interdetti davanti all'immobilismo del Sindaco Caligiore a cui, in qualità di primo cittadino e primo rappresentante locale a difesa della salute pubblica, porgiamo le seguenti richieste:

- dato il coinvolgimento dell'A&A in un’indagine su inquinamento ambientale, e considerando il persistere del problema puzza a Ceccano, cosa intende fare il Sindaco? Chiederà dei controlli sul depuratore? E se ha già provveduto in tal senso potrebbe rendere edotta la cittadinanza sulle azioni che l'Amministrazione intende intraprendere in difesa della salute pubblica?

- e, rispetto alle intercettazioni tra Bianchi e De Angelis, come si pone il Sindaco Caligore, considerando che sussiste una palese contraddizione tra il voto espresso in favore del Presidente Asi e le azioni in difesa dell' ambiente tanto millantate dell'attuale amministrazione, ma delle quali non vediamo neppure l'ombra?

Restiamo a disposizione dei cittadini per raccogliere denunce e preparare, insieme a loro, una concreta azione di protesta.

Coordinamento politico “Il Coraggio di Cambiare”

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

 

 

Leggi tutto...

Interventi sul depuratore di Ceccano

Partito Democratico – Circolo “Guido Rossa” - Ceccano

partito democratico bandiera350 250Interventi sul depuratore di Ceccano - Incontro con il Presidente del Consorzio ASI Francesco De Angelis
Abbiamo accolto con soddisfazione la notizia relativa all’importante progetto di investimento del Consorzio ASI per l’impianto di depurazione di Ceccano e organizzato un incontro con il Presidente per conoscerne i dettagli dell’intervento.

Durante l’incontro di oggi tra la delegazione della segreteria del Circolo Cittadino e il Presidente Francesco De Angelis abbiamo appreso che l’intervento, per l’importo di 2 Milioni di euro, rifinanziato con la Legge 46, è volto all’ammodernamento e alla mitigazione dell’impatto ambientale dell’impianto di depurazione di Ceccano.

I lavori vedranno la soddisfazione, tra gli altri, degli obiettivi di: trattamento richiesti in tutte le situazioni di funzionamento dell’impianto; riduzione al minimo gli elementi di impatto sull’ambiente circostante; garantire una tecnologia di processo moderna, efficiente ed ampliamente affidabile nel raggiungere costantemente i risultati di qualità dello scarico e minimizzazione dei costi operativi; realizzazione di uno schema impiantistico flessibile in grado di sopperire a emergenze e criticità di carico e funzionamento.

La nostra Città nei prossimi mesi sarà interessata anche dai lavori sulla strada di penetrazione in destra del fiume Sacco che collega la ss. Morolense grazie allo stanziamento di oltre 1 Milione di euro dallo stesso Consorzio con la convenzione con Regione Lazio e l’Azienda Strade Lazio (ASTRAL S.p.A) al fine di rendere più sicura la viabilità e maggiormente competitivo e attrattivo il nostro territorio.

Il Comune di Ceccano è dal 1963 tra i soci fondatori del Consorzio industriale di Frosinone, sede del depuratore consortile e di numerose attività produttive che usufruiscono dei servizi dello stesso; è fondamentale per la nostra popolazione e per lo sviluppo del territorio l’attenzione alla giusta coniugazione tra lo sviluppo del tessuto produttivo e la tutela dell’ambiente circostante.

Esprimiamo profonda soddisfazione per questo successo che conferma il forte impegno del Consorzio per la tutela dell’ambiente e della nostra Città, l’attenzione agli impatti ambientali e gli investimenti per gli interventi che ne favoriscono la mitigazione.
Ci congratuliamo con il Presidente De Angelis e ci impegneremo nella corretta divulgazione della notizia, i nostri concittadini sono giustamente sensibili alle tematiche ambientali e che riguardano la salubrità dei nostri luoghi e troppo spesso vittime delle propagande strumentali di bandiera che alimentano timori e false notizie al solo scopo di guadagnare visibilità.

Continuiamo a lavorare per la nostra Città, facendo nostre le istanze della popolazione, confrontandoci con le istituzioni e i diversi enti di governo, e comunicandone i risultati e le risposte ottenute. In casi come questo, lo facciamo con soddisfazione!

Ceccano,
04 Giugno 2020 Il circolo cittadino

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il depuratore di Anagni oggi è dell'Asi

depuratore consortile asi anagnidi Valerio Ascenzi - Quando si assume un ruolo in un posto chiave, politico o meno, si deve sempre dimostrare di essere all’altezza della situazione e di essere capaci di prendere decisioni, nonché di gestire situazioni che possono essere anche difficili. Altrimenti, si dovrebbe fare un passo in dietro. Questo è il nostro pensiero.
La premura con la quale il consorzio Asi (Area di Sviluppo industriale) si è affrettato a spiegare alla stampa che, il depuratore di Anagni non è di proprietà dello stesso consorzio ha fatto scaturire un ulteriore comunicato da parte di Retuvasa (Rete per la tutela della Valle del Sacco) che in sostanza spiega a Francesco De Angelis, presidente del Consorzio, che quel depuratore è stato di fatto assegnato all’Asi che lo dovrebbe gestire. Retuvasa ha ironizzato, facendo capire che le dichiarazioni Asi altro non sono che uno scaricabarile, poiché la Regione ha stabilito con varie delibere di affidare la struttura (chiavi in mano) al consorzio. Ma il mancato avvio del depuratore sembra essere più una questione dei mancanza di intraprendenza da parte dell’Asi. Da Retuvasa spiegano che ci sono voluti quasi vent’anni e non si sa quante fondi per rendere la struttura funzionante e l’Asi non approfitta per attivarla.
Spiegando che quella struttura non è di proprietà dell’Asi, De Angelis evidenzia, a nostro avviso una mancanza da parte sua e del consorzio: in un periodo in cui si dovrebbero “partorire” idee – magari trovando il modo di far qualche “sconto” su qualche imposta - per incentivare l’allaccio delle aziende dell’area di Anagni a quel depuratore, si preferisce scaricare la responsabilità sulla Regione Lazio, come a dire: “Non dovevate darci quest’incombenza!”.

Scarica dal link che segue il comunicato integrale di Re.Tu.Va.Sa

pdf Il depuratore di Anagni è dell'Asi

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici