fbpx

No Biodigestori a Frosinone Valle del Sacco

COMITATO NO BIODIGESTORI A FROSINONE - VALLE DEL SACCO

Valle del Sacco e il conflitto tra Sindaci sui biodigestori

Biodigestore 390 FrosinoneToday min minLa Regione ha rilasciato l’autorizzazione alla realizzazione dell’impianto di biodigestione promosso da Energia Anagni destinato a trattare 84 mila tonnellate annue di FORSU (frazione organica di rifiuto solido urbano) ad Anagni. L’ufficializzazione è arrivata l’8 novembre con la “conclusione motivata di Conferenza di servizi” (CdS Determinazione regionale n. G15288/2022).
Con l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) si chiude il procedimento amministrativo regionale fortemente avversato da cittadini, comitati e associazioni locali. Poco lineare e piuttosto ambigua la posizione del Comune, che non è riuscito a gestire l’iter procedurale con il rigore necessario.

Il Sindaco di Anagni, Daniele Natalia, per correre ai ripari ha tentato la carta del ricorso in opposizione presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, contestando l’illegittimità e l’inopportunità della Determinazione regionale. Alla richiesta di annullamento e/o di integrale riforma, Palazzo Chigi ha risposto il 23 novembre, eccependo che l’Ente non appare legittimato ad opporsi, in quanto i Comuni non hanno competenza in materia di tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali, della salute e pubblica incolumità. Non solo, ma ironicamente, suggerisce al Comune di eccepire i presunti vizi di illegittimità dinanzi al TAR del Lazio.

Rilasciata l’AIA, la battaglia legale al Tar e al Consiglio di Stato intentata da comitati e associazioni, al di fuori del procedimento regionale, non si è ancora conclusa ed è probabilmente l’ultima possibilità per fermare la messa in esercizio dell’impianto.

Secondo l’art. 41 della Costituzione “l’iniziativa economica privata è libera e non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla salute, all'ambiente, alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana”, ma nella Regione è soprattutto incontrollata.

A soli 20 km da Anagni la società Maestrale Srl, che fa capo a Giovanni Turriziani, ha presentato un progetto per il trattamento di 50 mila tonnellate annue di FORSU, in una città capoluogo che ne produce appena 6.500.
Nei giorni scorsi il proponente ha sollecitato la Regione a definire la procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA), nonostante i tempi per la concessione siano scaduti abbondantemente e i termini di legge non siano stati rispettati. Nel mese di gennaio, durante la 3a Conferenza di servizi, su segnalazione della Provincia, la Regione aveva preso atto della carenza di istruttoria della società, ma anziché chiudere il procedimento ha continuato a tenerlo aperto e, contrariamente a quanto dispone la legge, ha concesso al proponente tempi supplementari per ottemperare alle richieste della Provincia, rimandando la decisione di VIA ad una atipica seconda parte della 3a CdS a data da destinarsi.
Nessun richiamo poi nel procedimento ai criteri di verifica del DNSH, secondo cui gli interventi previsti dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) non devono arrecare danno significativo all’ambiente, requisito fondamentale per accedere ai finanziamenti.

Si tratta di passaggi che abbiamo rilevato in atti e, a fronte delle anomalie di tempi e procedure, e delle lacune dello stesso, abbiamo prima richiesto l’archiviazione del procedimento e poi inviato istanza per una valutazione conforme al DNSH.

Così, mentre gli amministratori e i partiti si affannano in vista delle elezioni regionali di febbraio a fare propaganda, i cittadini vedono susseguirsi annunci e comunicati, prima sulla riperimetrazione del SIN e poi sul rilancio della bonifica della Valle del Sacco da parte della Regione. O meglio sulla sua messa in sicurezza, come ha precisato il Commissario straordinario per l'attuazione della bonifica della Valle del fiume Sacco, Illuminato Bonsignore, richiamando tutti all’ordine, sia sui ritardi accumulati (ben 17 anni), sia sull’avvio dei procedimenti (ancora sulla carta) nell’incontro di Ceprano dello scorso 22 novembre, a cui hanno partecipato il Presidente Vicario della Regione, Daniele Leodori e l'Assessore regionale al ciclo dei rifiuti, Massimiliano Valeriani.

Nel frattempo non giungono notizie né dell’operato del Sindaco Riccardo Mastrangeli, né della convocazione del Consiglio comunale di Frosinone, tanto meno della Consulta Ambientale permanente dei Sindaci – di Frosinone, Alatri, Ceccano, Patrica, Torrice, Ferentino e Supino – appositamente istituita il 19 gennaio scorso ai fini dell’attività di controllo sulla localizzazione del biodigestore di Frosinone all’interno del SIN. Di fatto nata in prossimità delle elezioni amministrative del Comune ciociaro, la Consulta non si è mai attivata seriamente. Ne è riprova il Tavolo di confronto ad essa esterno convocato nei giorni scorsi a Ferentino, che ha coinvolto solo alcuni dei Comuni (Anagni, Ferentino, Frosinone, Patrica, Morolo e Supino) interessati dai progetti di impianti di trattamento di rifiuti in uno strano gioco di sovrapposizione e confusione politica che nulla di concreto e positivo fanno presagire.

E ricordiamo come nella sola Provincia di Frosinone, oltre ad Anagni e Frosinone, sono stati depositati altri 2 progetti di trattamento di rifiuti per la produzione di biometano: Ferentino e Patrica, presentati rispettivamente dalla Air Green srl (78 mila tonnellate l’anno di rifiuti organici, di sottoprodotti e scarti di origine agroindustriale) e dalla Recall Frosinone srl (250 mila tonnellate l’anno di FORSU), nella già devastata località ove risiede ancora l’ecomostro di via Le Lame.

La propaganda da un lato e il silenzio degli Amministratori dall’altro, la mancanza di un coordinamento forte tra Comuni, non privi di competenze tecniche, ma di interesse politico, i tentativi di allentare i vincoli del SIN, la mancanza di una vera campagna di informazione ai cittadini della Valle del Sacco e le azioni tardive e di facciata di alcuni Sindaci sono la prova che il potenziale arrivo di altri rifiuti in quantità decuplicata non è stato, e non è, tecnicamente e politicamente contrastato.

Quando ancora i danni sanitari e ambientali del passato sono sotto gli occhi di tutti la Regione e le forze politiche non stanno facendo abbastanza per cambiare il destino di questa Valle. I fondi del PNRR non sono oggetto di discussione dal basso, nemmeno in occasione della campagna elettorale, ed essi segneranno ancora più negativamente il nostro destino, che è deciso cinicamente da coloro che in nome del profitto sono intenzionati a soprassedere sul benessere e sulla qualità della vita, sull’ambiente e sulla salute della popolazione della Valle del Sacco.

Valle del Sacco, 30 novembre 2022

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

 

Clicky

 

 

 

 

Leggi tutto...

Forte impatto visivo del Polo Didattico di Frosinone

ZEROTREMILACENTO

Effetto delle opere "site specific" sulla facciata del Polo Didattico di Frosinone

Limonciello Sbardella Apice e Bernardi 390 minCoerentemente con il progetto Città Futura – Arte al Centro zerotremilacento ha chiesto all’arte di tracciare un segno là dove era l’antica porta della città murata volsca del Vi sec.a.C., cioè proprio di fronte alla sede del Polo Didattico dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionle, in piazza Marzi a Frosinone. Questo è il motivo che ci ha indotti a chiedere ospitalità all’Ateneo cassinate che ha accettato dichiarando la sua volontà di aprirsi all'arte contemporanea, come a Cassino, anche nelle sue sedi distaccate. A questo punto abbiamo coinvolto gli artisti e le artiste Giulia Apice, Riccardo Bernardi, Antonio Limonciello, Silvia Sbardella, Anna Maria Tanzi. nella realizzazione di opere "site specific", cioè pensate e create per la facciata dell’edificio e per rispondere alle finalità prefissate.

Le opere sono state realizzate e presentate giovedì 10 novembre nell’ambito dell’evento "Le Unicittà 2022", nell'aula magna del Polo Didattico, presenti il Magnifico Rettore e il Sindaco di Frosinone.

GLI ARTISTI, LE ARTISTE E LE LORO OPEREInstallazione A.M.Tanzi1 390 min

“DIALOGHI” è l’opera di Giulia Apice e Riccardo Bernardi. Essi hanno scelto di aprire un dialogo tra loro, ma anche tra i loro mezzi espressivi. Materia pittorica e mezzi multimediali si fondono e divengono altro, un fluido cromatico in movimento che pone in comunicazione il dentro e il fuori, il luogo di istruzione scientifica e la città come è negli intenti dell’Università.

NATI PER CREARE BELLEZZA è la frase che Antonio Limonciello ha posto nell’attico dell’edificio, una scritta luminosa che suona come una sorta di memento per l’umanità, ma anche e non a caso si offre allo sguardo di questa città che tanto necessita di cura e di attenzione.

MAREMATICA e FISICA IN PRESENZA, le due “lavagne “di Silvia Sbardella, pongono anch’esse in relazione il dentro e il fuori come finestre che si aprono tra i luoghi del sapere e lo scorrere della vita nel quotidiano. Sono immagini scherzose e leggere che sembra vogliano smitizzare la difficoltà del sapere scientifico ed evidenziare che la creatività non è appannaggio dell’arte, ma è propria di diverse discipline, anche della matematica.foto Olga De Gasperis 390 min

COME UNA FESTA OLTRE LA FINESTRA è la frase tratta dalla poesia “La sentenza” della poetessa russa Anna Achmatova che costituisce l’opera di Anna Maria Tanzi. La difficoltà di lettura è voluta e il senso della frase, così isolata dal suo contesto, è lasciata all’interpretazione personale. Certo, la facciata forata da una miriade di finestre sembra il luogo ideale per reggere una dualità dentro/fuori che si ribalta a seconda di dove si trova chi la pronuncia.

Si ringraziano per aver permesso la realizzazione del nostro progetto:
Il Magnifico Rettore Marco Dell’Isola; la Prof.ssa Ivana Bruno; il Prof. Luca Palermo; il Dott Biagio Pascarella.
Si ringraziano inoltre per la loro disponibilità:
Mauro Pelliccioni, Mauro Cipolla e tutto il personale del Polo Didattico.

Il progetto ha il patrocinio gratuito del Comune di Frosinone

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Gli impegni di Unione Popolare Frosinone

  • Pubblicato in Partiti

PARTITI: UNIONE POPOLARE FROSINONE

Pace, lavoro, giustizia sociale: le fondamenta della nostra azione politica

UnionePopolare 390Il 25 settembre è passato e le elezioni politiche ci hanno consegnato un governo di destra, il più a destra che la nostra repubblica ha conosciuto dal dopoguerra ad oggi.

Noi come Unione Popolare Frosinone nella serata di venerdì 28 ottobre ci siamo incontrati per discutere e confrontarci in un'assemblea aperta, con militanti e simpatizzanti, per mettere in cantiere le prossime iniziative. Dalla discussione è emersa la necessità di mettere in campo una forte azione politico-sociale, innanzitutto sostenendo e partecipando alla manifestazione sulla pace del 5 novembre, venti di guerra soffiano alimentando il rischio di conflitto nucleare, che incombe sulle nostre teste.

I prossimi mesi saranno durissimi, famiglie e lavoratori dovranno confrontarsi con un costo della vita inaccettabile, in rapporto a miseri salari dei nostri giorni, che impoverira' ulteriormente le loro vite. La duplice tenaglia, economica e sociale, in un contesto sempre più preoccupante di guerra ci impone di mettere in piedi una forte opposizione. Pace, lavoro e giustizia sociale saranno le fondamenta della nostra azione politica.

Frosinone, 31 ottobre 2022
Unione Popolare Frosinone

 

Leggi tutto...

M5S: “Obiettivo raggiunto: Caschi refrigeranti negli ospedali di Sora e Frosinone”

 

Per gli affetti da cancro evitano o riducono la caduta dei capelli

m5s lazio minRoma, 17 ottobre – “Partono i caschi refrigeranti negli ospedali di Sora e Frosinone che nei prossimi giorni saranno operativi e potranno essere utilizzati dalle pazienti che si sottopongono a trattamenti di chemioterapia. Un risultato importante per il quale abbiamo lavorato a lungo, a partire dalla presentazione di una mozione a mia prima firma nel settembre dello scorso anno”.

Così in una nota Loreto Marcelli, capogruppo M5S alla Regione Lazio e vicepresidente della Commissione Sanità.

“I caschi refrigeranti – spiega Marcelli – sono dispositivi fondamentali per permettere l’umanizzazione delle cure dei pazienti affetti da cancro, in quanto evitano o riducono la caduta dei capelli, che rappresenta senza dubbio uno degli effetti collaterali più temuti da coloro che si sottopongono a trattamenti antitumorali in termini di risvolti psicologici devastanti”.

“Sono particolarmente orgoglioso che la Asl di Frosinone sia la prima struttura della Regione ad attivare questo servizio che, ci auguriamo, possa portare un aiuto e un sollievo per tutti i pazienti che quotidianamente affrontano le sfide e i dolori della malattia. Si tratta di un primo passo importante che ci vedrà impegnati per portare questi dispositivi negli altri poli oncologici del Lazio e rendere così la sanità sempre più efficiente e in grado di offrire un servizio di qualità ai cittadini” conclude Loreto Marcelli.

Ufficio Comunicazione M5S Regione Lazio
XI Legislatura
Tel. 333-9060897

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

 

Leggi tutto...

Far "ri-conoscere" il centro storico di Frosinone

ASSOCIAZIONE ZEROTREMILACENTO

Per ridare vita alla parte antica della città

perché sei chiuso 350 minRecentemente l'associazione zerotremilacento ha dato avvio a un ciclo di incontri mirati a far ri-conoscere il centro storico di Frosinone.

Al di là dell'interesse specifico per i temi trattati, ci si potrebbe chiedere: da cosa nasce questa volontà?

Ebbene ci è sembrato un bel modo per ridare vita alla parte antica della città e al contempo indicare quella che abbiamo scoperto potrebbe essere la sua vocazione, cioè essere il luogo della cultura e dell'arte.

Avendo preso coscienza di questo, a partire dalla primavera scorsa abbiamo portato l'arte a compiere una lenta e pacifica invasione della città antica. Abbiamo iniziato donando a tutti i residenti un plico contenente mini opere offerte da diversi artisti e proseguito chiedendo ai cittadini di ospitare le opere d'arte nei loro spazi privati, quali finestre, balconi, terrazzi e vetrine, visibili dalla strada. Poi, ad animare e a "segnare" luoghi di particolare suggestione, è stata chiamata la musica, dal grande concerto d'organo in Cattedrale alle brevi incursioni di solisti. Ora, con l'attuale ciclo di incontri, si tenta un'altra pacifica invasione. Chiamiamo il mondo della cultura a mostrarsi e i cittadini a scoprire luoghi, storie e personaggi che costituiscono quel bagaglio di positività che è la bellezza di questo centro storico. E' una bellezza ignorata e surclassata dalle negatività che tutti sanno vedere, però nessuno si domanda perché si siano determinate e quali potrebbero essere le soluzioni. Insomma, in generale, l'atteggiamento è fortemente critico e mai propositivo. Eppure si sa che i problemi dei centri storici esistono da molti decenni e altrove si sono risolti, perché non qui?

Averne cura sarebbe un buon inizio, una cura consapevole con l'apporto di ciascuno e di tutti. Così noi stessi potremmo essere artefici del cambiamento che fa la differenza.

Lasciando altrove l'attività frenetica, il traffico veicolare, l'inquinamento, quella che era l'antica città murata diverrebbe la parte privilegiata di una città più vasta, un quartiere dove si può scegliere di vivere - immersi nella cultura e circondati dal verde - una vita quieta e a misura d'uomo.

Leggi tutto...

PD: Giovedì 22 a Frosinone ‘Strada per Strada’ chiude campagna elettorale

VOTO 2022

Giovedì 22 settembre, alle ore 18.30 in Piazza Cervini (zona via Aldo Moro)

PiazzaCervini 390 minA Frosinone, si terrà la chiusura della campagna elettorale del Partito democratico con l’iniziativa ‘Strada per strada’ nella città capoluogo.

Saranno presenti i candidati Matteo Orfini, Stefania Martini, Andrea Turriziani, Sergio Messore, Rita Visini. Sul palco tutti gli eletti e il gruppo dirigente provinciale del Pd.

“L’iniziativa ‘Strada per strada’ - spiega Fantini - ci ha permesso di battere il territorio palmo a palmo, di confrontarci con tanti amministratori, militanti, cittadini sempre più allarmati dalle difficili sfide dei nostri tempi. Dal conflitto ucraino, passando per il carovita, fino alle problematiche su occupazione, cambiamenti climatici, sugli effetti di una pandemia che ha lasciato disastri sul piano sociale ed economico. È stata una campagna capillare, animata. Approfitto per ringraziare i candidati, la mia segreteria, i sindaci e gli amministratori per il prezioso contributo, gli eletti, i Giovani democratici, i tanti volontari che hanno permesso questa serie di iniziative su tutto il territorio. Ho percepito volontà di ascolto e l’assoluta consapevolezza di quanto sia decisivo il voto di domenica”.

Il segretario ha proseguito parlando della scelta dei cittadini, spiegando che “ci sono due ricette per l’Italia, unaFantini 390 min rappresentata dalla destra e una dal Pd: la destra a difesa del reddito dei ricchi, noi per riduzione Irpef a fasce deboli e salario minimo; la destra che torna indietro sui diritti, addirittura mettendo in discussione la legge 194, noi per la difesa e l’allargamento delle conquiste sui diritti; la destra che nega l’impatto dei cambiamenti climatici, noi per un grande piano di opere strategiche con un percorso di compensazioni e cura dei territori. Potrei proseguire con altri esempi, il senso è scegliere tra una forza progressista come il Pd e una destra che vuol riportare il Paese indietro di oltre 50 anni”.

Infine l’invito: “Vi aspetto giovedì per continuare a confrontarci alla chiusura della nostra campagna di mobilitazione, con la consapevolezza che la partita è aperta e nessun destino è già scritto”.

20 settembre 2022

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

 

Leggi tutto...

A proposito di un aeroporto a Frosinone

AMBIENTE

Saranno evidenziati e pubblicati gli aspetti impattanti sull’ambiente e sulla salute

Logo ass medici famiglia ambiente 350L’Associazione Medici di Famiglia per l’Ambiente in merito l’ipotesi di realizzazione dell’aeroporto a Frosinone riportata dalla stampa locale ed al tempo stesso smentita dalla stampa nazionale, ribadisce che l’etica della professione considerata costume e metodo, semmai dovesse attualizzarsi una possibilità di riscontro concreto, costituirà la base di un’analisi puntuale e parcellare del progetto.

Verranno evidenziati e resi pubblici tutti gli aspetti impattanti sull’ambiente e soprattutto sulla salute, così come già accaduto per il biogestore della Maestrale che, quasi arrivato all’approvazione della Regione Lazio, già due anni orsono, nel totale silenzio degli accoliti, dei fiancheggiatori e delle associazioni che navigano mani e piedi nel business del biogas, è stato minuziosamente contestato da noi Medici per le innumerevoli grossolane incongruità presenti, tanto che, nonostante la Regione Lazio abbia dilatato ogni limite temporale e concesso l’inconcedibile, pur di permettere al proponente di sistemare gli elaborati progettuali, ad oggi non ha trovato ancora approvazione. Così come sono stati sconfessati pubblicamente i conteggi di guadagno energetico, artatamente non corrispondenti pur di giustificare l’ingiustificabile.

Lo stesso dicasi per l’inceneritore di San Vittore del Lazio per cui, proprio in questi giorni, l’Associazione dei Medici si è resa protagonista della richiesta di infrazione europea, avendo riscontrato aberrazioni progettuali sia nel progetto dell’impianto già esistente da circa 20 anni, che nella prevista e già approvata IV linea, sempre da parte della Regione Lazio in favore di Acea e non certo del territorio.

L’argomento aeroporto, in questa fase ancora di ipotesi, non ci distoglierà dall’impegno che in questi giorni l’Associazione sta profondendo nello studio delle conseguenze del percolato pregno all’inverosimile di metalli pesanti proprio della discarica di Via le Lame che, alla luce di vasta documentazione scientifica, può ritenersi madre emblematica dell’aggressione nefasta ed immorale al nostro territorio.

E’ di questi giorni l’illegibile notizia relativa i recentissimi risultati del DEP Regionale circa l’incidenza dei tumori dei bambini e degli adolescenti residenti nel Lazio , che fa dire ad un organo di stampa locale che “i dati relativi alla Provincia di Frosinone sono drammatici”. Per anni i Medici per l’ambiente, a tal proposito, sono stati tacciati di allarmismo e recentemente addirittura di idiozia. Ci hanno visto Medici lo scongiurare la biomassa di via Mola D’Atri a Frosinone, il trituratore di inerti di Fontana San Pietro in Alatri, il biodigestore in Anagni, l’incendio Mecoris nell’assordante silenzio degli assoggettati e dei negazionisti per necessità, ci vedrà Medici, semmai sarà, l’Aeroporto di Frosinone, con buona pace di tutti i leoni di tastiera, lacchè di regime.

Dott.ssa Marzia Armida – Presidente dell’Associazione Medici per l’Ambiente
Dott.ssa Teresa Petricca - Responsabile Scientifico dell’Associazione Medici per l’Ambiente

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

 

Leggi tutto...

Giovedì 8 Luigi de Magistris a Frosinone

VOTO 2022

Frosinone, Largo Turriziani Giovedì 8 settembre 2022 alle ore 19,00

UnionePopolare ANSA 390 minLuigi De Magistris e i candidati del collegio 2 incontreranno cittadine/i e compagne/i per condividere il programma elettorale di Unione Popolare con de Magistris

«Il programma di Unione popolare è l’unico programma pacifista e contro le guerre, per la fratellanza universale, la giustizia sociale, economica ed ambientale, contro corruzioni e mafie. È un programma che considera prioritaria l’attuazione della Costituzione Italiana, e non più solo la sua difesa; un programma che non parla a chi ha grandi ricchezze, potere e privilegi, ma al paese reale; un programma che si occupa dei bisogni essenziali di chi lavora ogni giorno (spesso troppe ore per troppi pochi soldi), di chi vorrebbe lavorare ma il lavoro non l'ha più, di chi è preoccupato per i prezzi delle bollette che aumentano.»

Si invita a partecipare

UNIONE POPOLARE 650 min

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 



Leggi tutto...

NO Biodigestore Frosinone: Sindaco, non c’è più tempo

NO BIODIGESTORI FROSINONE - VALLE DEL SACCO

Non sottovalutare la volontà della Regione di ignorare il limite di rifiuti

Digestore anaerobico 390 WikipediaI partiti e le forze politiche impegnate nella campagna elettorale delle elezioni amministrative dello scorso giugno hanno dichiarato, trasversalmente, la loro contrarietà al biodigestore anaerobico di Frosinone per i potenziali rischi per la salute pubblica a causa del notevole impatto ambientale e per gli effetti economici nefasti, soprattutto per i residenti di Corso Lazio.
Non è tutto. Questo Comitato, che fin dall’inizio ha seguito l’iter regionale per il rilascio dell’autorizzazione, ha contestato le numerose carenze istruttorie che potrebbero invalidare il procedimento.

Dov’è ora la politica? Le urne sono chiuse e ci domandiamo se le forze politiche e sociali del territorio intendano intraprendere la battaglia per contrastare la sua autorizzazione, dubbio legittimo e avvalorato dal silenzio assoluto intorno a questo disastroso impianto.

Il 2 luglio, all’indomani del voto e dell’insediamento dei nuovi Consiglieri comunali, abbiamo rivolto un appello innanzitutto al neo eletto Sindaco, dott. Riccardo Mastrangeli, sollecitandolo ad arrivare alla Conferenza di servizi (la seconda parte della terza riunione) con un inoppugnabile parere sanitario, che rilevi il possibile pericolo o danno alla salute pubblica, quale interesse sensibile da tutelare.

A tal fine il Sindaco deve presentare preventivamente il parere nell’ambito del procedimento di valutazione di impatto ambientale (VIA) e fare in modo che esso sia “aggravato”, così da evitare che la Regione possa valutarlo non sufficientemente motivato (vedi il caso Anagni). Il parere, che si sostanzia necessariamente in una valutazione sulla rilevanza sanitaria delle emissioni del biodigestore e del processo industriale (traffico, inquinamento aria, smaltimento rifiuti e digestato, silos gas, caldaia gasolio), sullo stato sanitario della popolazione residente, sul contesto urbanistico e sui connessi rischi di incidente rilevante, deve altresì tenere conto di tutti i rapporti, piani e documenti territoriali pertinenti a questo fine, sulla base della specificità dell’area - trattasi di Sin - pronunciandosi anche sull’alternativa zero a protezione della salute pubblica.

Facciamo presente al Sindaco che Arpa nel suo parere non è andata oltre la formulazione all’Autorità competente (la Regione) di una serie di osservazioni sull’assetto tecnologico-gestionale dell’impianto, di fatto rimettendo ogni responsabilità decisionale alla Regione stessa ed impedendo al Sindaco di contestualizzare le sue “prescrizioni” sulla base del parere di Arpa.

Facciamo altresì presente al Sindaco che la Regione prima ancora di aprire il procedimento di VIA avrebbe dovuto verificare l’iscrizione della Maestrale srl alla White list, nel rispetto della normativa antimafia, adempimento obbligatorio per impianti ammessi a contributi statali.

Inoltre, l’impianto di Frosinone, oltre ad essere ammesso ai finanziamenti pubblici, è assimilabile a quelli previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e quindi deve rispettare i 6 criteri del DNSH, ovvero non arrecare un danno significativo alla salute e all’ambiente, su cui finora la Conferenza di servizi non si è pronunciata.

Convinti della necessità di un intervento coerente, tempestivo e mirato, anche a seguito di ripetuti incoraggianti scambi verbali sui social con il Sindaco, il 18 luglio, rompendo gli indugi, abbiamo chiesto in via ufficiale al dott. Mastrangeli di fissare un incontro per conoscere gli interventi che il Comune di Frosinone vuole mettere in campo nei prossimi decisivi passaggi per dare concretezza alle parole espresse in quei giorni di campagna elettorale.
Ad oggi però non abbiamo ricevuto risposta, cosa che ci rammarica non poco, considerato che il dott. Mastrangeli in quei giorni aveva fatto supporre di voler costruire un rapporto di collaborazione con i corpi intermedi e nel suo discorso di insediamento ha richiamato le parole pronunciate da Papa Francesco “se vuoi andare avanti cammina da solo, ma se vuoi andare lontano cammina insieme agli altri”.

Non c’è altro tempo da perdere e, con l’approssimarsi della nuova riunione della Conferenza di servizi, rinnoviamo pubblicamente la richiesta di incontro al Sindaco e al neo Assessore all’Ambiente per sapere dalla maggioranza che ha vinto le elezioni come, nei fatti, contrasteranno la nuova impiantistica.

Interventi che si rendono ancora più urgenti e non procrastinabili in quanto, nelle more della definizione del procedimento amministrativo di VIA - sul quale abbiamo sollevato fondati dubbi di legittimità - il 16 agosto sono scaduti i 180 giorni di sospensione della VIA concessi al proponente per integrare la documentazione necessaria al rilascio dell’Autorizzazione unica, istanza non depositata, come rilevato dalla Provincia di Frosinone, e stranamente passata inosservata all’Ufficio regionale competente.
Evitiamo un altro nefasto “9 agosto”, data dell’approvazione dell’autorizzazione integrata ambientale (AIA) da parte della Regione dell’impianto di biodigestione anaerobica da 84 mila tonnellate l’anno ad Anagni.

L’impianto di Frosinone da 50 mila tonnellate l’anno, destinato alla produzione di biometano ed ammendante compostato misto, tratta frazioni organiche da raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani (FORSU). Il quantitativo di rifiuto umido è pari al doppio di quanto prodotto dall’intera Provincia e questo ci fa ritenere che non può essere sottovalutata la volontà della Regione di ignorare il limite di rifiuti da trattare in questo territorio e di voler autorizzare successivamente anche gli impianti di Patrica e Ferentino, per i quali sono in corso i procedimenti di valutazione di impatto ambientale, per un quantitativo di FORSU atto a lavorare in Ciociaria la produzione di rifiuto umido della Capitale.
Cittadini: Vogliamo tutto questo?

Comitato No Biodigestori Frosinone - Valle del Sacco; Associazione Frosinone Bella e Brutta - ODV; Salviamo il paesaggio Frosinone; Comitato Residenti Colleferro; Cittadini della Valle del Sacco Sgurgola-Anagni; Cittadini Attivi Vari.
Frosinone, 27 Agosto 2022

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Prc-Se di Frosinone per Maurizio Federico

  • Pubblicato in Partiti

RICORDARE

 

M.Federico 390 minLa federazione del Prc-Se di Frosinone porge le più sentite condoglianze alla famiglia di Maurizio Federico e lo ricorda come esponente di spicco del partito , onesto ,pronto, e sempre disponibile per il partito nell’interesse del bene comune.

Lo ricorda inoltre come studioso attento e appassionato di storia locale, in particolare della sua amata Frosinone, attento alla veridicità dei fatti e tenace divulgatore della conoscenza.

Il tuo impegno e i tuoi valori non moriranno ma continueranno a viverebandiera prc 350 min nelle azioni di quanti ti hanno conosciuto , apprezzato ed amato Il ns non vuole essere un addio ma un caro arrivederci compagno Maurizio .

La segreteria e la federazione Prc-Frosinone.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 



Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici