fbpx

Lo SPI torna a scuola

SEGRETERIA SPI CGIL FROSINONE LATINA

Iniziativa organizzata con la scuola primaria "A. Carbone" di Sora

spi cgil 350 260Dopo due anni di pandemia che hanno determinato gravi e seri problemi a tutta la società e che hanno prodotto anche per la scuola difficoltà e conseguenze negative sulla fruizione piena del diritto allo studio di alunni e famiglie, lo SPI CGIL di Frosinone Latina ha deciso di “tornare a scuola” per riprendere la propria attività ordinaria di promozione di interventi educativi e formativi.

Al fine di ripartire in modo significativo e diverso rispetto al passato, la scelta della segreteria dello SPI CGIL è stata di rivolgere la propria attenzione ai più piccoli, agli alunni della scuola primaria ed in particolare a quelli dell’Istituto Comprensivo 1 Sora, scuola primaria “Arduino Carbone”, proprio per rendere anche più evidente e più proiettato verso il futuro l’impegno dello SPI nella costruzione di relazioni forti con le nuove generazioni, trovando nel dirigente scolastico, Rosella Cav. Puzzuoli e nel personale insegnante della scuola la giusta sensibilità e la disponibilità a cogliere il valore educativo della iniziativa proposta.

Da queste premesse nasce l’iniziativa organizzata per il giorno 19 Maggio 2022 a partire dalle ore 10 presso l’auditorium Baronio di Sora, che consiste nella presentazione agli alunni delle classi Prime, Seconde, Terze e Quarte della scuola primaria “A. Carbone” dell’Istituto Comprensivo I di Sora dello spettacolo dal titolo “Diario dei cattivi consigli”, liberamente tratto da una pubblicazione di Astrid Lindgren, l’autrice svedese di Pippi Calzelunghe.

L’adattamento scenico e la regia sono di Valeria Freiberg, presidente dell’associazione culturale Ariadne di Roma, che da anni opera nell’ambito delle attività teatrali di carattere educativo rivolte alle scuole. Il linguaggio utilizzato è quello della fiaba e lo spettacolo si snoda in uno spazio fantastico, corredato di immagini e giochi, per creare atmosfere incantate in cui i bambini possono immergersi e trascorrere momenti di serenità e divertimento.

La finalità è stata e resta quella di offrire un piccolo contributo per segnare in modo emblematicamente positivo la chiusura di un anno scolastico difficile e nello stesso tempo per auspicare anche per la scuola un ritorno alla “normalità”.
La segretaria dello SPI CGIL di Frosinone Latina ringrazia il dirigente scolastico, il personale docente ed ATA della scuola e l’Amministrazione Provinciale per l’attenzione e la disponibilità a recepire la proposta presentata ed a renderla concretamente realizzabile.

Frosinone, 11 Maggio 2022
 Beatrice Moretti Segretario generale dello SPI CGIL Frosinone Latina

 

spi Fr Lt 650 min

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Frosinone torna al successo, battuta la Reggina dell’ex Stellone

FROSINONE CALCIO

I giallazzurri battono allo “Stirpe” per 3-0 la Reggina

di Tommaso Cappella*
Ricci Tumminello 370 minTorna finalmente alla vittoria il Frosinone. I giallazzurri, nel secondo dei tre turni infrasettimanali di fila, valido per la sesta giornata di ritorno del campionato di serie B, battono allo “Stirpe” per 3-0 la Reggina, allenata dall’indimenticato tecnico canarino Roberto Stellone, reduce da tre successi di fila. Un successo, dopo il pari rocambolesco di Brescia, atteso e meritato che porta la squadra di Grosso di nuovo nella zona playoff, mentre i calabresi restano nelle zone centrali della classifica. Ancora una volta comunque è da rimarcare la buona prova da parte di Ciano e compagni e, nonostante qualche favorevole occasione sciupata dagli avanti giallazzurri, la vittoria è sembrata, come detto, più che meritata.

Per questo impegno, mini turn-over da parte del tecnico Grosso. Rispetto alla gara pareggiata a Brescia, sono solo tre le novità, di cui una forzata: squalificato infatti Boloca, sostituito da Rohden, in difesa rientra Cotali al posto di Barisic, mentre a centrocampo, Ricci rileva Lulic. Confermato invece il trio d’attacco composto da Ciano, Charpentier e Zerbin. Il match è stato preceduto, presso la sala stampa del “Benito Stirpe”, dalla presentazione dell'accordo tra Lega Nazionale Professionisti Serie B e Fondazione Fioravante Polito per la sensibilizzazione e promozione del Passaporto Ematico al fine di tutelare la salute degli atleti. Avvio di gara che vede il Frosinone proteso in avanti e ospiti che agiscono di rimessa. Al 5’ ci prova Zerbin dal limite e Micai si distende mandando in angolo. Ci prova anche Rohden al 13’, pallone di poco alto. Buona la manovra giallazzurra, ma si fa tanta fatica nelle conclusioni. Clamorosa palla-gol per i padroni di casa al 25’ con Ciano di testa, servito da Zerbin, pallone di un niente a lato. Le prova tutte il Frosinone per passare, ma la Reggina, mai pericolosa dalle parti di Ravaglia, si difende con ordine. La prima frazione si conclude quindi sul nulla di fatto.

Nella ripresa la musica cambia perché la squadra di Grosso al 3’ passa in vantaggio: batte un angolo capitan Ciano, stacco di testa perentorio da parte di Charpentier e palla in fondo al sacco. Insiste il Frosinone e al 18’ Rohdén pennella verso l'area, dove Zerbin colpisce il pallone di testa, ne esce un tiro morbido, con Micai che, seppur spiazzato inizialmente dalla traiettoria, riesce a controllare la sfera. Opera tre cambi Grosso al 21’ per far respirare qualche giocatore: fuori Cotali, Garritano e Charpentier, dentro Brighenti, Canotto e Lulic. Due minuti dopo arriva il raddoppio: batte un angolo questa volta Ricci, si crea una mischia in area ed è più lesto di tutti Ciano il quale insacca. Annullato un gol alla Reggina al 31’, a segno con Menez in contropiede, ma viziato da una posizione di fuorigioco di Galabinov. A due dal termine tris giallazzurro con Canotto, servito da Novakovich e Frosinone che torna finalmente alla vittoria, dopo tre turni di astinenza.

Prossimo avversario del Frosinone sarà il Cittadella. Gara in programma domenica alle ore 15,30. La formazione veneta, guidata da Edoardo Gorini, è da tenere nella massima considerazione, capace, nel match di andata di infliggere ai giallazzurri il primo dispiacere stagionale grazie alla rete di Okwonkwo al 9’ del secondo tempo. Ci vorrà un Frosinone decisamente formato trasferta, come spesso accaduto nel corso di questo campionato, per rafforzare uno dei posti validi per la post season.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione
Leggi tutto...

Ceccano. PD torna sulla vicenda dei parcheggi a pagamento

PD CECCANO

Dichiarazione di Giulio Conti*

BANDIERE PD 350 260Il Partito Democratico, in merito alla vicenda dei parcheggi a pagamento ed all’affidamento della loro gestione ad una ditta esterna, ha ampiamente chiarito in questi giorni le motivazioni della propria contrarietà, entrando dettagliatamente nel merito e suggerendo al Sindaco una strada alternativa valida, ovvero quella di stalli di sosta a tempo differenziati, con controllo riservato alla Polizia Municipale ed il taglio degli incentivi ai dirigenti con i quali coprire i 50mila euro del futuro guadagno per le casse comunali, con la gestione privatizzata.

Entrando nel merito della Delibera di Giunta n. 15, votata dalla maggioranza, non possiamo fare a meno di evidenziare 3 fattori che mettono in evidenza l’incapacità amministrativa, in quanto è stata votata una delibera che necessariamente dovranno correggere con un nuovo deliberato, a dimostrazione che i membri della giunta votano senza documentarsi e sfacciatamente con un atteggiamento di riguardo nei confronti di un assessore, a discapito dell’intera comunità. Un’attività commerciale di proprietà della famiglia dell’assessore Bianchini, infatti, è stata agevolata con la totale cancellazione degli stalli di sosta a pagamento e non si tratta affatto di un errore grafico.
Senza contare che sussiste un conflitto di interessi che non ha fatto desistere l’assessore all’urbanistica Bianchini dalla votazione stessa.

Inoltre la Delibera di Giunta presenta delle discordanze tra il contenuto scritto e l’elaborato di progetto ad essa allegato. Nel deliberato viene riportato un costo massimo di 1 euro l’ora, mentre nelle tavole di progetto allegate le somme sono di 1,20 euro l’ora. Questi assessori sono in grado di leggere ciò che votano?

Sempre dalla Delibera, il caso più emblematico resta quello della stazione ferroviaria e di via per Frosinone.
Le precisazioni dell’assessore Bianchini dimostrano che le bugie hanno le gambe corte. Infatti, dal riconteggio degli stalli di sosta della stazione ferroviaria e di via per Frosinone è emerso che la tabella riportata ben due errori. Ovvero il conteggio di ben 5 stalli di sosta a pagamento in più e 5 stalli di sosta gratuiti in meno. Perché? E’ evidente che è stata effettuata una forzatura per trasformare 5 stalli di sosta a pagamento in gratuiti e guarda caso ancora una volta in prossimità dell’attività commerciale della famiglia dell’assessore.

In questo modo, inoltre, la giunta Caligiore ha deliberato perfino la cancellazione di stalli di sosta per portatori di handicap presenti su via per Frosinone ed il conteggio riepilogativo della tabella di progetto lo chiarisce: sono 12 e si trovano ubicati soltanto presso lo scalo ferroviario. Ma anche la cancellazione delle strisce arcobaleno a tutela delle donne in stato di gravidanza. Testimonianza di una scarsa attenzione a queste categorie.

Per questo chiediamo al Sindaco non solo di ritirare la Delibera n. 15 ed abbandonare l’idea dei parcheggi a pagamento, ma poniamo anche una questione morale sull’assessore Bianchini, alla quale chiediamo di rassegnare le proprie dimissioni.

*Il segretario del Circolo di Ceccano
Giulio Conti

 

stazione ferroviaria schema 650 min

Occhio ai cerchietti rossi e agli stalli gratutiti

Leggi tutto...

Il Frosinone torna a sorridere, poker alla Spal

 FROSINONE CALCIO

Il gioco sin qui espresso non ha deluso le attese, si può dire

di Tommaso Cappella*
Zerbin in azione 390 minDopo oltre un mese e mezzo torna finalmente a vincere in casa il Frosinone. Allo “Stirpe", a due giornate dal termine del girone di andata del campionato di serie B, supera con un poker la Spal, reduce del ko interno con la vicecapolista Brescia. Francamente una vittoria strameritata, non fosse altro perché dai giallazzurri ci si aspettava il riscatto dopo l’incredibile sconfitta subita a Monza con la squadra di Grosso avanti per 2-0 a venti minuti dal termine. Ed ora la classifica torna a sorridere e restano intatte le possibilità di avvicinare nuovamente una delle posizioni che portano ai playoff. Da rimarcare comunque le prove maiuscole della coppia centrale Szyminski-Gatti, quest’ultimo autore anche di una doppietta, e Zerbin, magistrale nell’uno-due con cui ha realizzato le prime due marcature.

L’allenatore giallazzurro, per questo match, recupera Gatti, che ha scontato la giornata di squalifica, e presenta quindi tre novità: il centrale di difesa rileva Gori, mentre a centrocampo viene concesso un turno di riposo a Boloca e dentro Lulic, in attacco Canotto recupera dall’infortunio e prende il posto dell’acciaccato Charpentier. Tante invece le defezioni in casa Spal causa focolaio Covid. In avvio di gara sono gli ospiti e rendersi pericolosi con Seck che però perde l’attimo per battere a rete. La gara comunque è alquanto equilibrata con i due portieri inoperosi. Ci prova il Frosinone al 13’: doppio cross di Canotto dalla corsia di destra, deviato da Ellertsson il primo, respinto da Seculin il secondo. Pochi i sussulti allo “Stirpe” in questa prima parte di match. Al 18’ sulla sinistra parte in corsa Garritano, che si porta in posizione per il cross e tocca per Canotto, il numero 27 del Frosinone, in posizione comunque irregolare, devia di testa alla destra di Seculin, ma la palla centra in pieno il primo palo. Gli ospiti si affidano alle ripartenze con il veloce Seck, ma Ravaglia non corre pericoli. Subito dopo la mezz’ora si porta in vantaggio la squadra di Grosso: fa tutto Zerbin il quale parte dalla sinistra attraversa il limite dell’area avversaria e poi lascia partire dalla destra un splendido pallonetto che inganna Seculin. Proprio quest’ultimo si supera un minuto dopo e devia in angolo una conclusione di Szyminski. Subito dopo tacco rasoterra di Lulic per l’accorrente Zerbin che fa così doppietta. Ci prova la Spal ma il calcio piazzato dell’ex Viviani trova Ravaglia pronto alla respinta. Il tris in chiusura di tempo con Gatti che ribatte in rete un controllo maldestro del portiere Seculin.

Nella ripresa, forte del 3-0, il Frosinone gioca sul velluto e gestisce a suo piacimento il match, anche se la Spal prova a riaprirla. Ci prova lo specialista Viviani al 4’ su calcio piazzato, ma Ravaglia attento gli dice no. Risponde il Frosinone al 13’: palla morbida di Ciano a cercare la testa di Zerbin, anticipato da Dickmann. Due minuti dopo si rivede la Spal con Colombo dalla distanza ma il suo tiro termina oltre il palo alla destra di Ravaglia. Tre cambi al 22’ tra i padroni di casa: fuori Zampano, Ricci e Canotto, dentro Casasola, Maiello e Cicerelli. E arriva il poker al 26’ grazie alla doppietta di Gatti, il quale, dopo angolo battuto da Ciano, di testa supera Seculin. Gli ospiti sono in balia dei giallazzurri, anche se provano a realizzare almeno il gol della bandiera. Ci prova Seck al 42’ ma Ravglia para e poi Crociata manda alto. Poi non accade più nulla e il Frosinone torna finalmente a vincere allo “Stirpe”.

Archiviato anche questo impegno il Frosinone, per l’ultima gara del girone di andata, è ora atteso dalla trasferta all’”Arena Garibaldi” contro la capolista Pisa del grande ex Robert Gucher, reduce dal blitz per 2-0 in casa del Cosenza. Ci si aspetta, da parte dei giallazzurri, una prestazione all’altezza delle loro immense potenzialità, come hanno dimostrato in più di qualche occasione nel corso di questo girone di andata. Il gioco sin qui espresso non ha deluso le attese, anche se più di qualche gara pareggiata tra le mura amiche andava vinta e non pareggiata (come nel caso di Pordenone e Ternana n.d.c.).

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

PRC: Torna la puzza a Ceccano

 CECCANO. Ambiente e Partiti

 Nonostante segnalazioni e doglianze dei cittadini, tutto tace

Circolo “5 Aprile”
basta puzza 390 minIn questi giorni torna a farsi sentire, a Ceccano, la solita puzza nauseabonda che ormai, da mesi, tormenta i cittadini fabraterni, disturbandone il sonno e la quotidianità. Nonostante segnalazioni e doglianze dei cittadini, tutto tace sia sul fronte degli interventi richiesti per risalire alle cause del fenomeno, sia sulle soluzioni da adottare per tentare , quantomeno, di arginarlo, se non altro per rendere più vivibile e tollerabile la situazioni ai ceccanesi che sono ( lo ripetiamo) ostaggi nelle loro stesse dimore.

Un silenzio, quello della politica locale e non, a cui non è possibile trovare alcuna scusante e che dimostra quanto una certa politica sia distante dai reali problemi della cittadinanza, perché qui, signori, si parla di diritto alla salute e alla salubrità ambientale, ovvero di tematiche che dovrebbero essere viste come prioritarie ed essenziali da una politica che si professa attenta ai bisogni reali degli elettori.

1) Grave ed inqualificabile il menefreghismo del Sindaco Caligiore che, dopo aver cavalcato l'onda qualche anno fa in occasione del corteo spontaneo nato dopo il fenomeno "schiuma" del Sacco, non ha esitato a votare a favore della rielezione di De Angelis a presidente ASI. Una contraddizione eclatante che, inevitabilmente , pone il sindaco in una posizione a dir poco imbarazzante verso i cittadini che vivono, ogni giorno, il problema dei danni ambientali provocati dagli stabilimenti industriali che più impattano sul territorio. Forse e' proprio questo imbarazzo che lo porta a non comparire al fianco dell'Assessore all'Ambiente quando quest'ultimo prova a dire qualcosa sull'argomento.

2) Stesso disinteresse sul fronte provinciale, con il Presidente della Provincia Pompeo, tornato a Ceccano per colmare il vuoto lasciato dal PD locale, ma che nulla sembra proporre per trovare politiche e strategie risolutive ad un problema che coinvolge tutta la zona della provincia, comune di Ferentino compreso.

3) E poi De Angelis che, in veste di presidente dell'ASI, potrebbe ben promuovere azioni mirate alla calmierazione degli odori nauseabondi, sia per il depuratore come per l' intera area industriale, ma che sembra più interessato ad evitare una rottura degli equilibri finanziari che al benessere dei cittadini.

4) Per non parlare della Regione , di Buschini, Battisti e dell'intera fazione del PD che amministra Provincia e Regione senzabandiera prc mostrare il minimo e concreto interesse a studiare e proporre, per la martoriata Valle del Sacco, un piano risolutivo per le problematiche ambientali. Perché qui di inquinamento si parla da anni, ma la negligenza e latitanza della politica nel voler trovare delle soluzioni è tristemente nota e visibile.
E anche nel PD ceccanese, malgrado la presenza di persone valide, ritroviamo una politica che è ormai assuefatta ad un modo di amministrare che è lontano anni luce dalla nostra visione di bene sociale e comune, tanto che ci sentiamo in dovere, per rispetto nostro e della cittadinanza, di prendere le distanza da un partito che, a livello locale e regionale, si è dimostrato e si dimostra poco interessato alle reali e improrogabili problematiche del paese.
E che non vengano a parlarci di voto utile contro le destre, perché con le destre ormai governano a due mani da tempo , ed il voto sarebbe utile solo al mantenimento della loro seggiola.

6) Non dimentichiamoci poi degli eletti della Valle del Sacco che siedono sui più alti scranni dei palazzi romani, come il ceccanese Senatore Ruspandini che, sul fronte ambientale, oltre a limitarsi ad una strumentale propaganda contro il PD provinciale e regionale, non sembra realmente impegnato a far tornare il problema della Valle del Sacco sotto i riflettori della politica nazionale. Che sia troppo impegnato nella creazione di meme contro l'islam, gli immigrati e il green pass?

7) Gli eletti del M5S in Parlamento ed in Regione e che ricoprono anche ruoli focali nella transizione ecologica..sapranno farsi valere e far partire finalmente la tanto attesa bonifica della valle? Abbiamo qualche dubbio in merito, visto il silenzio seguito alla recente moria dei pesci, a cui l'on. Fontana si era interessata. Alle segnalazioni agli enti preposti al controllo dovrebbe seguire una chiara azione politica che, in questo caso come in altri, non c'e' stata.

Sulla tutela della salute e dell'ambiente non possiamo e non dobbiamo arretrare di un centimetro.
Per questo vogliamo promuovere una serie di incontri con i cittadini e le forze di opposizione, allo scopo di individuare insieme azioni mirate e permanenti che siano capaci di canalizzare l'attenzione sulle problematiche ambientali smuovendo dal torpore in cui si trovano sia i mezzi di comunicazione che i rappresentanti politici locali eletti nei piu' svariati livelli. La lotta per un futuro migliore chiama ad una responsabile presa di posizione tutti quei soggetti che sono esasperati e lontani da questo modo inconcludente di intendere e fare politica. Noi vogliamo farci promotori di una unita' di intenti che veda protagonisti i cittadini tutti, gli unici capaci di cambiare lo stato di cose presenti , ma solo se consapevoli di quanta forza hanno se uniti nella lotta.

Ceccano, 14 Settembre 2021

per il circolo “5 Aprile”
il segretario
Luigi Mingarelli

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Torna la "puzza" a Ceccano

CECCANO. Ambiente

La città sferzata dai soliti odori nauseabondi

di Valentino Bettinelli
Ceccano DepuratoredelleCese 370 minA Ceccano, da qualche tempo, sono tornati a sferzare la città i soliti odori nauseabondi. Nel merito arriva la posizione del circolo cittadino dei Verdi Europei.

“Interroghiamo tutte le forze politiche Comunali, Provinciali, Regionali, gli Enti intermedi, A.S.I.- A.S.L.- ARPA” -esordiscono gli ambientalisti fabraterni-, “su un problema che si sta incancrenendo sempre di più (ci riferiamo, esplicitamente, alla qualità della vita sotto l’aspetto ambientale, che attanaglia sempre più la nostra provincia). Le zone più esposte, come ben sappiamo, sono i paesi a ridosso dei siti industriali Anagni-Frosinone, paesi attraversati dal fiume Sacco, montagne di rifiuti all’aperto incapsulati ma che producono percolato (discarica di via le Lame, a Frosinone e quella di via Anime Sante a Ceccano)”.

Nel comunicato si cita esplicitamente il depuratore ASI di via Cese, impianto da cui arriva la puzza che crea numerosi disagi ai cittadini, e le responsabilità di alcune aziende presenti lungo l’area industriale. “Abbiamo il depuratore A.S.I. sempre sul territorio di Ceccano e industrie borderline per quanto riguarda le depurazioni delle acque reflue; di fatto in pochi km quadrati di territorio c’è la concentrazione massima di agenti inquinanti.
Da qualche anno sono stati stanziati milioni di euro per diversi lavori di bonifica ambientale, ex saponificio Annunziata, fiume Sacco, e le due discariche sopracitate”.

Altro attacco sullo stato dell’arte della bonifica della Valle del Sacco: “Dopo l’annunciato avvio dei lavori partiti da Colleferro,verdieuropei logo min nessuno ha dato più notizie sull’andamento della bonifica del fiume Sacco. Stiamo parlando di qualche milione di euro. Una goccia nel mare, se pensiamo a quanti ne serviranno per risanare il nostro territorio. Quelli stanziati, giacciono nei meandri dei capitoli di spesa nazionali e regionali.
Nel frattempo l’aria diventa sempre più irrespirabile. Da qualche settimana, sul territorio di Ceccano e comuni limitrofi, giornalmente, la puzza olfattiva inizia verso le ore 4:00 per proseguire fino alle ore 7:00/8:00. Oramai è diventata la nostra sveglia quotidiana (cosa che non abbiamo chiesto e di cui ne faremmo volentieri a meno). Pensiamo a chi perde ore di sonno per poi andare a lavoro già stanco e poco concentrato davanti a macchinari impegnativi dove serve molta attenzione, a chi si mette in auto per raggiungere il posto di lavoro, alle persone fragili che respirano quotidianamente odori nauseabondi tali da provocare disturbi olfattivi, di disgusto e di ribrezzo”.

In conclusione, i Verdi Europei di Ceccano lanciano un appello alle istituzioni del territorio, da troppo tempo inerti sulla questione. “Siamo stufi. Tutto questo immobilismo è sconcertante. Ci chiediamo perché la ASL, l’Arpa non intervengono. Possibile che quest’aria marcia la sentiamo soltanto noi? Le amministrazioni locali del circondario sono formate da esseri umani e respireranno come noi. Perché tacciono di fronte a questo disagio ambientale?
Colpa delle aziende non in regola con le depurazioni delle acque o dei filtri delle lavorazioni? Responsabilità dei depuratori che a una certa ora smettono di funzionare? Attendiamo risposte serie, non di circostanza”.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il Frosinone passa al “San Vito” e torna a sorridere

Frosinone calcio 

 Il Frosinone deve giocare fuori casa per vincere

di Tommaso Cappella
Szyminsky in azione 390 minRiesce finalmente ad invertire la rotta e dare continuità ai propri risultati il Frosinone. Dopo aver disputato un ottima gara contro il Monza portando a casa però un solo punto, questa volta i giallazzurri escono vittoriosi in rimonta per 2-1 dal “San Vito” di Cosenza, vendicando anche il ko dell’andata per 2-0 per la doppietta di Carretta, contro una squadra relegata nei bassifondi della classifica e che, con questo ko interno, vede compromessa anche la possibilità della salvezza diretta. Che dire? A questo punto del campionato e, con la zona playoff che si riavvicina, da parte della squadra di Nesta occorre puntare sempre al massimo e sperare anche nella buona sorte per cercare di centrare almeno questo obiettivo.

Il tecnico giallazzurro, per questa trasferta calabrese, può contare su quasi tutti gli effettivi e, quindi, ha solo problemi di abbondanza (unici assenti gli acciaccati Millico e i giovani Vettorel, Boloca, Baroni e Luciani n.d.c.). Con i rientri da squalifica di capitan Brighenti, Rohden e Kastanos, rispetto al match con il Monza, presenta quattro novità: dentro Brighenti, Kastanos, Zampano e Ciano, rispettivamente per Capuano, Boloca, Luigi Vitale e Iemmello. La gara si mette subito male per il Frosinone perché, dopo soli sette minuti, il Cosenza passa in vantaggio: effettua dalla destra un bel cross in area Tremolada e trova dalla parte opposta Crecco il quale di sinistro supera Bardi con un diagonale rasoterra. I giallazzurri accusano il colpo e tentano una qualche reazione ma inutilmente perché Falcone non corre pericoli. Velleitario e troppo centrale un tiro di Kastanos al 23’. Il pari arriva però poco prima del riposo grazie ad un gran tiro dal limite di Novakovich servito da Gori.

Tutto un altro Frosinone nella ripresa. Dopo venti secondi va via Kastanos in velocità, dal limite lascia partire in gran destro e Falcone devia in angolo con la punta delle dita. Risponde al 12’ il Cosenza con Tremolada, ma il suo tiro a giro lambisce il palo con Bardi battuto. Al 24’ ancora Kastanos in azione personale serve il neo entrato Iemmello al limite, tiro immediato ma centrale, respinge con i pugni l’estremo difensore calabrese. Al 41’ però il Frosinone la ribalta da palla inattiva. Poco prima di uscire per far posto a Parzyszek si procura un angolo Novakovich, va al tiro dalla bandierina l’altro neo entrato Luigi Vitale, stacco di testa imperioso di Szyminski e Falcone questa volta è battuto. Il Cosenza è al tappeto e rischia di subire il terzo gol, mancato di un niente da Parzyszek e, per altre due volte, da Iemmello. Poi il triplice fischio finale del signor Amabile a sancire una meritata e convincente vittoria per l’undici di Nesta.

Ed ora il Frosinone è atteso sabato prossimo alle ore 14,00 dalla gara interna di contro un Brescia, trascinato dai gol di Aye, al decimo centro stagionale, settimo di fila, e vittorioso per 1-0 anche a Venezia contro la seconda della classe. All’andata la squadra di Nesta riuscì a vincere per 2-1 al “Rigamonti” grazie alle reti di Zampano e Parzyszek. A questo punto, proprio per tenere ancora accesa la speranza di un possibile aggancio ai playoff, non resta che sperare in un ritorno alla vittoria anche tra le mura amiche, dal momento che manca da ben sette giornate e più precisamente dal 5 dicembre quando i giallazzurri allo “Stirpe” superarono 3-2 il Chievo.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

Camillo lascia il Ceccano, torna Carlini

PasqualeCamillo 360 mindi Tommaso Cappella, Ufficio Stampa Ceccano calcio 1920 - CECCANO – Dopo sole tre giornate, coincise con un pareggio contro il Rocca Priora e due immeritate sconfitte con Lupa Frascati e la capolista Città Monte San Giovanni Campano, Pasquale Camillo lascia la guida tecnica del Ceccano.

La società rossoblù ha quindi richiamato Mirco Carlini, esonerato dopo la gara persa con la Lodigiani il 1° dicembre scorso. “Purtroppo debbo constatare un dato di fatto - si è limitato a dire mister Pasquale Camillo nel salutare il Ceccano – Ho notato scarsa professionalità e impegno da parte di molti giocatori. Durante gli allenamenti non eravamo mai al completo perché mancavano quattro-cinque giocatori e francamente così si faceva fatica nel provare l’undici da mandare in campo la domenica. Sono quindi contento che torni ad allenare questi ragazzi Mirco Carlini perché li conosce bene e sono convinto che riuscirà a tirare fuori la squadra daiMircoCarlini 350 min bassifondi della classifica. Dispiace non aver potuto dare il mio contributo verso una società e una piazza che restano sempre nel mio cuore. E sono convinto che il Ceccano manterrà la categoria perché ha un organico di primo livello. Ribadisco solo che, da parte di alcuni giocatori, ci vorrebbe solo un tantino in più di professionalità e rispettare e portare a termine gli impegni assunti verso una società che sta facendo enormi sacrifici per disputare un campionato come quello di Promozione”.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il Frosinone torna a sorridere, battuto il Livorno di rigore

CamilloCiano bomber 350 minTommaso Cappella* - Dopo cinquanta giorni torna a vincere tra le mura amiche il Frosinone e lo fa al cospetto di un Livorno rimaneggiato ma deciso a vendere cara la pelle nel posticipo dell’ottava giornata di andata del campionato di serie B. I giallazzurri, che avevano dato segnali di risveglio in quel di Salerno prima della sosta, agguantando un pareggio in modo deciso e determinato, sono riusciti a fare bottino pieno ed ora la classifica si fa meno preoccupante. Contro i toscani di Breda è piaciuta soprattutto la prova di carattere da parte di tutta la squadra, in particolare le prove individuali dei vari Bardi, Zampano, Haas, Tribuzzi e capitan Brighenti. Peccato per il rigore sbagliato dal rientrante Dionisi, ma la sua partita è stata senz’altro positiva

In avvio è il Livorno a fare la gara e il Frosinone a cercare l’assetto giusto. Al 4’ grande intervento di Bardi su conclusione di Gasparro dopo una splendida giocata di Marras. Comincia a farsi vedere il Frosinone e al 10’ Dionisi imbecca molto bene sulla destra Zampano che entra in area, vede smarcato al centro Ciano e gli serve la sfera ma il mancino si fa respingere il tiro ravvicinato da Zima. Al 19’ grande inserimento in area di Rohden, conclusione che costringe il portiere ospite a respingere. Gioca bene adesso il Frosinone. Subito dopo la mezz’ora è ancora Zampano a crossare rasoterra, Dionisi al centro non ci arriva, come anche Beghetto defilato sulla sinistra. Ci prova proprio Dionisi con un pallonetto al 37’, para Zima. Occasionissima per passare un minuto dopo quando Ciano batte un angolo, stacco di testa di Capuano e traversa piena. Per il difensore giallazzurro sarebbe stato il terzo gol in questo campionato dopo quelli realizzati conto Venezia e Salernitana prima della sosta. Squadre al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa dopo otto minuti il Frosinone ha la ghiotta possibilità di passare. Boben atterra in area Beghetto, il direttore di gara assegna il calcio di rigore che però l’ex di turno Dionisi si fa respingere da Zima. I giallazzurri accusano il colpo e appaiono un tantino frastornati. Nesta toglie proprio Dionisi e inserisce Novakovich. Al 27’ è quest’ultimo, imbeccato da Rohden, a tirare in diagonale, Zima respinge e Ciano non riesce a ribattere in gol. Quando la gara sta per incanalarsi sul nulla di fatto, al 43’ batte un angolo Beghetto, stacca di testa capitan Brighenti e il neo entrato Morganella intercetta con una mano, altro rigore e questa volta Ciano non sbaglia. E’ il gol che decide il match e che consente alla squadra di Nesta di tornare a sorridere, anche se allo scadere Bardi si deve superare nel respingere un grande conclusione di Murilo.

Anche nel prossimo turno il Frosinone sarà impegnato nel posticipo. Questa volta a Cremona domenica sera con calcio d’inizio alle ore 21.00. Di fronte la squadra degli ex Terranova, Soddimo e Daniel Ciofani, allenata dall’ex Baroni subentrato a Rastelli dopo il ko interno con il Cittadella, prima della sosta e uscita con un pareggio sul terreno di gioco dell’Empoli nell’ultimo turno. E’ chiaro che ci si attende una certa continuità di risultati da parte di Brighenti e compagni perché la risalita verso le posizioni di vertice, in particolare i playoff, resta un obiettivo che dovrà essere perseguito nel prosieguo di questo difficile campionato.

* Giornalista volontario in pensione

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Frosinone bis, passa a Firenze e torna a sperare

Ciofani e tifosi a Firenze 350 260 mindi Tommaso Cappella - Si ripete il Frosinone. Dopo aver vinto la prima gara interna di questo campionato di serie A con il Parma, passa anche a Firenze e prosegue nella sua ricorsa verso la salvezza ed evitare di conseguenza la retrocessione dopo una sola stagione nella massima categoria. Quella disputata al “Franchi” è stata una gara esaltante da parte dei giallazzurri, i quali, nel corso dell'incontro, hanno ribattuto colpo su colpo alla squadra di Pioli. Alla fine il verdetto del campo ha detto Frosinone e questa è la notizia più importante. La matematica, a questo punto, lascia sempre più aperta la porta della salvezza, anche se, mano a mano che le gare diminuiscono, le speranze si assottigliano sempre più. E' chiaro che non bisogna arrendersi e, come dichiarato dal presidente Stirpe, occorre lottare fino alla fine, onorare il campionato fino alla fine e soprattutto giocare ogni gara con il massimo impegno. Proprio per non lasciare nulla di intentato e, in caso di retrocessione, lasciare la categoria a testa alta.

Tornando alla gara con la Fiorentina avvio scoppiettante dall'una e dall'altra parte. Al 2' si porta nell'area avversaria Salamon, stacco di testa e Lafont è costretto a mandare in angolo. Rispondono i padroni di casa con Mirallas il quale, in contropiede, entra in area e tira, ma l'ex Sportiello è bravo a mandare in angolo. Qualche distrazione difensiva consente alla Fiorentina di portare pericoli alla porta giallazzurra che però ribatte colpo su colpo. Il Frosinone comunque, per impensierire la porta avversaria, è costretto a scoprirsi. Al 26' chance per Pinamonti, ma il suo tiro-cross dal fondo trova Lafont a pronto a respingere con una mano in angolo. Ma la vera palla gol arriva poco prima del riposo. Paganini anticipa tutti sulla trequarti e tira, Lafont respinge, a porta vuota indirizza a rete Beghetto ma sulla linea un difensore controlla anche il recupero del portiere viola che blocca a terra. Nel corso del secondo tempo la Fiorentina prova a far sua la gara e fino al 20' stringendo d'assedio la difesa ospite. Al 22' Baroni toglie Trotta e inserisce Ciofani, l'eroe dei tre punti conquistati contro il Parma con il la trasformazione del calcio di rigore in pieno recupero. Un minuto dopo Goldaniga sfiora di testa il palo alla destra di Lafont. Dopo un palo colpito da Chiesa, è proprio Ciofani al 40', servito da Pinamonti, a regalare altri tre punti al Frosinone con un gran destro ad incrociare. Poi il triplice fischio finale e squadra che va giustamente a ringraziare i trecento tifosi giallazzurri giunti fino al “Franchi” per sostenere i propri beniamini che li hanno ripagati in pieno.

Archiviata la trasferta fiorentina, ora il Frosinone è atteso dal posticipo di domenica sera al “Benito Stirpe” con l'Inter. Un altro impegno proibitivo, ma non impossibile come dimostrato a Firenze, per la squadra di Baroni. Proprio il blasone dei nerazzurri di Spalletti potrebbe dare gli stimoli giusti per provare l'impresa, anche se, come detto, appare alquanto proibitiva. Ci vorrà la gara perfetta e magari anche quel pizzico di fortuna che potrebbero consentire di continuare a tenere accesa la speranza salvezza. Anche perché i giallazzurri, trascinati dai loro splendidi tifosi, non hanno più l'assillo di dover sfatare il tabù “Stirpe” dopo la vittoria con il Parma. E questo è un motivo in più per crederci.

*giornalista volontario in pensione

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici