fbpx

Costi di vita quotidiana: E’ urgente intervenire

ECONOMIA E CRISI

Solo il governo non avverte che la situazione sociale sta diventando esplosiva

di Angelino Loffredi
bollette 390 minDati ufficiosi ci hanno fatto sapere che almeno 15.000 utenti non sono stati in grado di pagare le ultime bollette riguardanti le forniture di gas e luce.

A vecchie e precarie situazioni precedenti il Covid 19 ora si aggiungono le nuove dovute alle Sanzioni verso la Russia che stanno dimostrando di essere un boomerag anche verso chi le esercita. Stanno sotto gli occhi di tutti infatti l’aumento del prezzo del frumento, dei fertilizzanti, delle materie prime e più in generale la crescita dell’inflazione. Anche lo stesso PIL, tanto esaltato dal governo, in questi mesi dimostra di ridursi.
Un ulteriore aggravamento avverrà quanto si dovrà pagare l’acquisto di armi, e non mi riferisco ai trentotto miliardi previsti per gli anni futuri ma ai venticinque impegnati (e segretati) per il 2021.

Solo il governo non avverte che la situazione sociale sta diventando esplosiva. Non bastano interventi tampone o qualche pannicello caldo perché servono misure straordinarie per rispondere a una situazione straordinaria. L’80 per cento degli italiani comincia ad avere difficoltà molto serie nel pagamento dei mutui e delle bollette. Tante infatti sono le famiglie che vivono con un reddito lordo sotto i 30.000 euro l’anno. È arrivato il momento di fermare la spesa per la corsa al riarmo, anche perchè non esistono Stati che ci minacciano, e nello stesso tempo ridurre l’evasione fiscale e creare un contributo di solidarietà. La situazione è straordinaria. L’elastico dell’ingiustizia sociale si è allungato troppo e sta per spezzarsi e prima che sia troppo tardi servono misure straordinarie. Ieri il segretario della CGIL Landini ha detto che non si tratta tanto di parlare di patrimoniale o di misure fiscali analoghe, il Governo ha il dovere piuttosto di decidere “contributi di solidarietà straordinari" da parte di chi ha di più, proprio perché "non siamo in una situazione normale. Far finta che questa situazione non esista vuol dire continuare a prendere a schiaffi la maggioranza del Paese”.

Il segretario generale ha parlato anche della necessità di decidere subito forti investimenti nelle energie rinnovabili. “Ci troviamo in questa situazione con una completa dipendenza dal gas russo perché non sono state fatte le scelte giuste negli ultimi anni. E non è vera l’obiezione che per passare alle rinnovabili ci vorrebbero troppi anni. Ci sono studi di fattibilità delle imprese del settore che parlano di un range temporale di tre anni per la transizione. È questione di volontà politica”.
Considerazioni condivisibili ma non bisogna perdere tempo. E’ urgente infatti intervenire.

Ceccano 7 Aprile 2022

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

 

 

Leggi tutto...

PD Ceccano: Interrogazione urgente

partito democratico bandiera350 250 INTERROGAZIONE URGENTE ANCHE CON RISPOSTA SCRITTA

 

Alla C.A. del Sindaco del Comune di Ceccano
al Presidente del Consiglio Comunale
al Segretario Generale
agli Assessori
ai colleghi Consiglieri Comunali

 

 

 

 

Oggetto: Nel Centro Storico di Ceccano si sta rispettando il Piano Particolareggiato vigente?

Il sottoscritto Giulio Conti, in qualità di Consigliere Comunale di Ceccano e Capogruppo del Partito Democratico, presenta al Sindaco la seguente interrogazione urgente, a cui chiede, a norma del Regolamento vigente, sia data anche risposta scritta nei tempi prescritti dallo stesso.

PREMESSO CHE

Il Comune di Ceccano, da diversi anni, è dotato di un Piano Particolareggiato, il quale suddivide il territorio comunale in diverse aree, ivi compreso il centro storico, e ne regola modalità e tipologie di intervento;

PRESO ATTO

che all’interno del centro storico comunale è fatto divieto di mettere in atto interventi edilizi di demolizione e ricostruzione dei fabbricati;

RILEVATO CHE

Nel corso degli anni l’ufficio tecnico preposto ha rigettato diversi progetti di privati cittadini che prevedevano interventi di natura edilizia, sui fabbricati, contrari a quanto dettato dal Piano Particolareggiato Comunale;

CONSIDERATO CHE

Sul settore urbanistico l’amministrazione comunale deve operare con il massimo della trasparenza amministrativa, garantendo ad ogni cittadino l’equo rispetto di Norme e Regolamenti vigenti

INTERROGO IL SINDACO E DOMANDO:

- di riferire con dettagliata relazione tutti gli interventi realizzati nel corso degli anni 2018 e 2019 nelle aree sottoposte ai vincoli del Piano Particolareggiato, ricadenti in modo particolare nelle fasce del centro storico della città di Ceccano;

- di riferire ed elencare l’entità delle opere eseguite e la reale corrispondenza alla documentazione presentata negli uffici comunali e l’eventualità che all’interno degli elaborati progettuali siano mancanti alcuni prospetti fondamentali;

- di riferire ed elencare se negli ultimi mesi vi sono stati casi di rinuncia ad incarichi da parte di liberi professionisti della città e gli eventuali nominativi dei professionisti che sono subentrati al loro posto;

- di riferire ed elencare i soggetti coinvolti in tali interventi, in modo particolare sui nominativi dei professionisti coinvolti, al fine di accertare eventuali correlazioni o gradi di parentela con pubblici amministratori della città di Ceccano.

 

Ceccano, 25/02/2019 Il Capogruppo del Partito Democratico
Giulio Conti

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Maliziola. Convocazione urgente di un Consiglio Comunale aperto

ceccano palazzo antonelli 350 253Al Sindaco, Al Presidente del consiglio, Al Segretario generale, Agli Assessori, Ai Consiglieri comunali.

RICHIESTA DI CONVOCAZIONE URGENTE DI CONSIGLIO COMUNALE APERTO
I sottoscritti consiglieri comunali: Michelangelo Aversa, Luigi Compagnoni, Giulio Conti, Giuseppe Malizia, Manuela Maliziola, Filippo Misserville, Mauro Roma e Giovanni Querqui, con la presente,
CHIEDONO
La convocazione urgente di un Consiglio Comunale aperto, secondo quanto previsto e disposto dall'art. 48 del regolamento comunale, al fine di consentire una discussione partecipata e condivisa relativamente alla gravissima situazione ambientale (riguardante l'aria, l'acqua ed il suolo) che prepotentemente si sta riproponendo negli ultimi tempi nella nostra città. Problematica questa, già sollevata dagli scriventi in numerose occasioni istituzionali che, appurate le criticità, necessità di dettagliate spiegazioni ed esaustive risposte da parte del Primo Cittadino.
Stante l'importanza delle tematiche da trattare e le ripercussioni che le stesse hanno sulla popolazione, è necessario estendere la partecipazione anche ai rappresentanti Parlamentari, Regionali e Provinciali, agli Enti preposti al controllo ambientale, nonché alle Associazioni di Medici ed alle Associazioni Ambientaliste giuridicamente riconosciute ed operanti sul territorio provinciale.

Tanto detto, ai sopraindicati consiglieri preme discutere il seguente ordine del giorno:

l) Emergenza ambientale a Ceccano;
2) sapere quali sono le azioni messe in campo in merito a tale problematica;
3) i provvedimenti adottati dal sindaco per tutelare la salute pubblica;
4) i controlli effettuati sul territorio comunale;
5) quali sono i risultati delle azioni intraprese.
Certi di un sollecito riscontro distintamente salutiamo.
Ceccano 24 maggio 2018

 

La richiesta di Convocazione urgente

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Enrica Segneri: necessario e urgente un nuovo bando per le pulizie delle scuole

enricasegneri 350 260dichiarazione di Enrica Segneri Deputata M5S - "E’ necessario e urgente indire un nuovo bando per le pulizie delle scuole". “Giovedi scorso i lavoratori addetti alle pulizie dei plessi scolastici del lotto 5 (province di Latina e Frosinone), hanno manifestato davanti la sede del Miur per rivendicare il loro diritto al lavoro e ad essere retribuiti. Durante la mattinata è stato indetto dal MIUR stesso un tavolo d’urgenza in cui ho partecipato insieme al mio collega Raffale Trano e ai sindacalisti delle sigle Filcams Cgil, Uiltrasporti Uil e Fisascat Cisl.

A seguito della revoca dell’appalto alla RTI (Rete Temporanea d’impresa) formata da Maca (capofila), Smeraldo e Servizi Generali, da parte di Consip nel dicembre scorso, “per gravi inadempimenti nella condotta e gestione del contratto (tra cui il mancato pagamento degli stipendi dei lavoratori)”, la situazione si trova ora in grave stallo.

Il Miur in questi mesi è intervenuto con un provvedimento che dà mandato ai dirigenti scolastici ai pagamenti in surroga dei lavoratori, pagando gli arretrati fino a dicembre 2017. Questo grazie al lavoro in sinergia che il MIUR sta attuando con l’Ispettorato del lavoro di Frosinone e Latina e con le sigle sindacali.

Ad oggi in provincia di Frosinone hanno aderito ai pagamenti in surroga 52 circoli su 59, i lavoratori sono in attesa dimovimento 5 stelle bandiera 350 260 una totale adesione dei dirigenti. In provincia di Latina, sembrerebbe che la situazione si stia sbloccando in queste ore.

Nel frattempo la Maca ha impugnato sia la revoca dell’appalto contro Consip, sia i provvedimenti del MIUR. A giorni la sentenza del Tar di Latina.

I sindacati in queste ore denunciano che durante scioperi e manifestazioni, i lavoratori nelle scuole verrebbero sostituiti da interinali forniti proprio da Maca. La situazione sarebbe totalmente fuori controllo e priva di qualsiasi legalità. Oltre il danno la beffa. Una situazione inaccettabile che segnalerò all'ANAC e al MEF.

Intanto è stato convocato per lunedì prossimo un nuovo incontro presso il MIUR.”

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Guardia Medica: presentata un’interrogazione regionale urgente

movimento 5 stelle bandiera 350 260Loreto Marcelli, Portavoce Regionale M5S - La scorsa settimana il M5S ha depositato un’interrogazione scritta a firma dei Portavoce Regionali Marcelli e Barillari (il cui testo è disponibile sul link: http://atticrl.regione.lazio.it/interrogazioniScritte_dettaglio.aspx?id=26) in merito al servizio di Continuità Assistenziale meglio noto come Guardia Medica.

Il quesito si è reso necessario in quanto l’A.S.L. di Frosinone con l’atto deliberativo n. 1517, del 22 settembre 2017, ha proceduto alla riorganizzazione del servizio di Guardia Medica stabilendo che: “L’attività del servizio di Continuità Assistenjziale è quindi esclusivamente itinerante cioè a domicilio del paziente”. L’indirizzo assunto dall’A.S.L. lascia perplessi, infatti si deve evidenziare che la decisione è avvenuta in assenza di un qualunque tipo di novità legislativa relativa alla disciplina delle modalità di svolgimento del servizio della Guardia Medica. Pertanto, la scelta dell’A.S.L. sembra apparire – oltre che priva di un fondamento giuridico – anche illogica. Non si comprende perché limitare l’attività della Guardia Medica alle sole visite domiciliari quando, fin dall’effettiva entrata in funzione, vale a dire ai primi anni ’80, la stessa è stata identificata con un luogo fisico ben preciso: un ambulatorio. Questo fatto rappresenta un dato storico assodato ed incontestabile.

Si ritiene, inoltre, che una tale limitazione dell’attività potrebbe comportare l’interruzione di un pubblico servizio in riferimento al mancato svolgimento delle visite ambulatoriali. Questo aspetto è stato posto in evidenza nell’interrogazione, con la quale – tra l’altro – si è domandato se la Regione vuole chiedere all’A.S.L. di revocare in autotutela l’Atto Deliberativo in questione nonché quali provvedimenti intende adottare nei confronti dell’Azienda Sanitaria di Frosinone in considerazione degli eventuali disagi e disservizi conseguenti alla riorganizzazione della Guardia Medica.

Sora, 15 maggio 2018

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Incontro urgente, chiedono a Zingaretti Cgil, Cisl, Uil, Ugl

sopravvivenzasubito 350 260- Al Presidente della
Regione Lazio
On.le Nicola Zingaretti

 

Oggetto: Emergenza Lavoro Territorio Frosinone.


Illustrissimo Presidente,
come noto la Provincia di Frosinone sta vivendo una grave emorragia occupazionale che aumenta giorno dopo giorno e che sta gettando nello sconforto e nell'indigenza più estrema centinaia e centinaia di persone.
Situazione talmente tanto emergenziale che ha determinato, come Lei ben sa, il riconoscimento di area di crisi industriale complessa e area di crisi industriale non complessa per tutti i Comuni del Territorio.

 

La grave crisi riguarda essenzialmente gli over 50, persone che non riescono a raggiungere i requisiti pensionistici e che sono, allo stato attuale, senza alcuna prospettiva occupazionale. Parliamo di circa 1.700 persone che tra circa un mese non avranno più alcun ammortizzatore sociale.
Abbiamo la necessità di continuare a tutelare la base reddituale di queste persone e studiare, per il breve periodo, soluzioni che gli ridiano la dignità che meritano, ovviamente attraverso il lavoro.

 

Le scriventi sono seriamente preoccupate, perché questo stato di cose genererà, tra circa trenta giorni, una completa emergenza sociale difficilmente gestibile attraverso l'ordinarietà degli strumenti.
Dopo anni di promesse ed azioni, ci consenta poco efficaci, il territorio esige un possibilità reale per fornire risposte occupazionali concrete ai Lavoratori e tornare a ridare speranza alla nostra Comunità Provinciale.
Per queste ragioni, le scriventi sono a richiederLe un incontro urgente, per sottoporre soluzioni a questa grave emergenza sociale, che solo la Regione Lazio può affrontare e risolvere.
Certi di un sollecito riscontro, porgiamo distinti saluti.
I Segretari Generali CGIL - CISL - UIL - UGL
Anselmo Briganti - Enrico Coppotelli - Gabriele Stamegna - Enzo Valente

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Incontro urgente, cittadini e associazioni misure contro l'inquinamento dell’aria

Frosinone Belle Brutta 350Martedì 7 febbraio presso la casetta dei Cavoni ha avuto luogo l’incontro organizzato dall’Associazione di Volontariato Frosinone Bella e Brutta aperto a tutti per esaminare e condividere azioni e strategie da adottare nei confronti del crescente inquinamento dell’aria, causa dell’aumento notevole dei tumori e delle patologie dell’apparato respiratorio nella Provincia di Frosinone.

La riunione è stata ampiamente partecipata da associazioni, cittadini e da alcuni rappresentanti di gruppi e movimenti politici. A conclusione di una discussione molto ricca e approfondita si è deciso di: a) condividere il documento presentato alle istituzioni da quindici associazioni il 15 novembre 2016, arricchito dalle proposte emerse dai numerosi interventi dei partecipanti all’incontro, (sarà reso disponibile nei prossimi giorni); b) di promuovere un incontro con tutte le associazioni che, in ogni comune della Provincia, sono impegnate nelle questioni ambientali, al fine di lavorare insieme con una elaborazione comune di iniziative e di proposte, forti delle responsabilità e degli impegni che le associazioni hanno assunto di fronte all’opinione pubblica ed ai cittadini; c) aprire un confronto con le istituzioni a tutti i livelli per richiedere interventi urgenti per il risanamento dell’aria e dell’ambiente, con finanziamenti regionali, nazionali ed europei.

Le associazioni ed i cittadini ritengono queste misure di risanamento dell’ambiente ormai indifferibili in Provincia di Frosinone, visti gli allarmanti dati relativi all’aumento di patologie tumorali, i quali mettono a serio rischio la difesa della salute e la vita dei cittadini, stante l’assoluta precarietà dell’organizzazione sanitaria nella Provincia.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

 

Leggi tutto...

Antenna di Pigna Castello a Ferentino. Interrogazione urgente

antenna pigna castello 350 260da Maurizio Berretta - Interrogazione Al Sindaco del Comune di Ferentino Antonio Pompeo; Al Presidente del Consiglio Comunale di Ferentino Giuseppe Iorio

Ferentino, li 18 Gennaio 2017
Oggetto: Interrogazione a risposta scritta e URGENTE sull’Installazione sul territorio comunale localita’ “VIA STUFA PIGNA CASTELLO”di un impianto/antenna a ad emissione campi elettro-magnetici.
Il sottoscritto Consigliere comunale Maurizio Berretta, rappresentante del gruppo consiliare DemocraticaMente, nell’esercizio delle proprie funzione e nella fattispecie dell’Art.35 del Regolamento del Consiglio comunale e degli altri organi istituzionali
Premesso:
-che sono venuto a conoscenza di quanto evidenziato in oggetto il 17 Gennaio 2017, nel momento in cui risulta essere stato appena posizionato un presunto ripetitore strutturato con traliccio verticale;
-che, sentiti residenti ed associazioni attinenti, nessuno era a conoscenza di detta struttura ed hanno dovuto prendere atto di una situazione di fatto ormai decisa ed attuata;
-che, come previsto dalle norme, sull’albo pretorio comunale o sito istituzionale, non Vi alcuna informazione al riguardo;
-che, Lei, Signor Sindaco, se a conoscenza, non ha ritenuto di dover informare in via preventiva ne il Consiglio comunale, ne’ la 1° e la 3° Commissione consiliare competenti in materia;
-che la tutela della salute pubblica comunale richiama la primaria responsabilita’ del Sindaco;
-che, in base alla normativa ed alle sentenze esistenti, ed al relativo regolamento comunale, Delibera C.C. 17 del 29/04/2009, l’insediamento di tali apparati e’ previsto su siti di proprieta’ pubblica concertando il posizionamento con l’Arpa Lazio, tutelando di fatto l’impatto ambientale;
-che il mio intervento e’ rivolto alla tutela preventiva della salute, del valore patrimoniale degli immobili ubicati nell’area d’influenza delle onde elettromagnetiche;
INTERROGA IL SINDACO
1) Quale procedura di autorizzazione e’ stata utilizzata con preghiera di dettagliare tutto il procedimento adottato e se l’impianto risulta gia’ funzionante;maurizioberretta 350
2) Se e’ stato rispettato l’iter procedurale previsto dal Regolamento Delibera C.C. 17 del 29/04/2009, relativamente agli art. 6.3 insediamento su proprieta’ pubbliche, art.6.4 minor impatto visivo, art.6.5 monitoraggio;
3) Se e’ stato rispettato l’Art.10 del Regolamento Delibera C.C. 17 del 29/04/2009 che testualmente “ Il Responsabile del Procedimento, non appena riceve copia dell’istanza o della denuncia di cui all’Art.7 del presente Regolamento, provvede a pubblicizzare l’istanza o denunzia stessa mediante affissione all’Albo Pretorio del Comune per quindici giorni consecutivi, nonche’ sul sito Internet del Comune per 30 giorni consecutivi ”
4) Le ragioni per le quali non ha ritenuto opportuno informare preventivamente i cittadini;

RITIENE
questo comportamento di una enorme gravita’, lasciando adito alle piu’ svariate ipotesi ed interpretazioni.
Si chiede inoltre, ai sensi dell’Art.35 del Regolamento del Consiglio comunale e degli altri organi istituzionali, RISPOSTA SCRITTA ed URGENTE.

Maurizio Berretta
Consigliere Comunale
per Democraticamente

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Leggi tutto...

Ceccano. Interrogazione urgente della Maliziola per le polveri sottili

ceccano palazzo antonelli 350 253dall'Ufficio Stampa della Consigliera Manuela Maliziola, URD (segue interrogazione) - I problemi legati all'ambiente ed in particolare alla salubrità dell'aria non sono una priorità per questa amministrazione.
E' sconcertante l'immobilismo del Sindaco e della sua maggioranza di fronte ai dati allarmanti dell'inquinamento da pm 10, riportati dall'ARPA Lazio relativi alla nostra città. Infatti, dalla lettura dei tabulati si evidenzia che la città di Ceccano è inserita nella seconda posizione delle città più inquinate della provincia di Frosinone, tra quelle cioè che hanno superato il maggior numero di volte i limiti previsti dalla legge, in merito alla concentrazione di inquinanti in atmosfera.
Come se ciò non bastasse, non è affatto rassicurante quanto emerso da un recente congresso medico, tenutosi qualche giorno fa a Frosinone, dal quale si evince la correlazione tra l'inquinamento da polveri sottili e serie patologie riguardanti diverse fasce di età.
Alla luce di tutto ciò, al fine di capire quali siano le intenzioni di codesta amministrazione, in data odierna, come consigliere dell'URD ho presentato un'interrogazione urgente da discutere in Consiglio Comunale sulle problematiche relative all'inquinamento ambientale causato dalle PM 10 e soprattutto per capire quali provvedimenti il Sindaco e la maggioranza intendano adottare per la tutela della salute dei cittadini, in considerazione del fatto che il Primo cittadino è la massima autorità in materia sanitaria e finora nulla ha fatto per contrastare o quanto meno per attenuare tale fenomeno.

L'interrogazione urgente

Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio
Al segretario Generale
Agli Assessori
Ai Consiglieri
INTERROGAZIONE URGENTE

Oggetto: Inquinamento ambientale da PM10.
Il sottoscritto Consigliere Comunale, capogruppo dell'URD (Unione Rinnovamento Democratico), avv. Manuela Maliziola, avendo appreso dalla stampa i preoccupanti dati relativi all'inquinamento atmosferico della nostra cittadina, seconda solo a Frosinone scalo tanto da fargli meritare la maglia nera per la qualità dell'aria a causa della massiccia presenza di polveri sottili.
Considerato che la questione della salubrità dell'aria è una questione di fondamentale importanza per la salute di tutti i cittadini.
Rilevato che sino ad oggi il Sindaco ha dato prova, in molteplici occasioni, di non considerare il problema ambientale come una priorità, anzi di non affrontarlo affatto. Nè tantomeno nell'azione di questa amministrazione si ravvisano progetti di breve e\o lungo periodo che mirino ad un risanamento ambientale.
Tutto ciò premesso
CHIEDO
al Sindaco:
1) quale è la sua posizione in merito a questioni ambientali di quotidiana importanza, stante anche il fatto che le stesse si ripercuotono negativamente sulla salute dei cittadini, di cui il Sindaco, qualora lo avesse dimenticato, rappresenta la massima autorità in materia sanitaria;
2) se e quali sono i provvedimenti che tale amministrazione ha intenzione di adottare per affrontare la problematica delle PM 10 e più in generale della salubrità dell'aria.
In attesa di un sollecito riscontro distintamente saluto.
Ceccano 3 novembre 2015
Il Consigliere URD
Avv. Manuela Maliziola

 

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici