fbpx

Macché voto utile!!!

liberiuguali 350 260Intervento per Liberi e Uguali. Renzi dice, e poi dice di nuovo, e poi dice ancora e ancora, che ogni voto dato a Liberi e Uguali è un voto dato alla destra. Ieri si è accodato Martina in risposta a Laura Boldrini.
Ricordiamo intanto che questa legge elettorale l'ha fatta il Pd insieme a chi l'ha votata con loro.
Ebbene Renzi è sinistra? Se possono ancora appellarsi sinistra, è solo perché sono eredi di un partito di sinistra, di cui però hanno del tutto dimenticato visione del mondo, lotte, priorità, classe sociale di cui essere rappresentante e partito emancipante.
Hanno fatto lo sblocca italia. Hanno fatto il jobs act. Hanno fatto la buona scuola. Hanno salvato le banche. Hanno stretto sulla spesa sociale. Hanno reso inavvicinabile, per rincari e inefficienze, il sistema sanitario, le cure, le visite, le analisi, le liste d'attesa, i pronto soccorso congestionati. Hanno dimenticato il territorio da mettere in sicurezza. Hanno abbandonato i lavoratori senza più articolo 18, senza contratti, senza garanzie, senza tutele, senza salari dignitosi. Hanno abbandonato i disoccupati. Hanno esternalizzato le frontiere in Libia. Non hanno votato lo ius soli.

Hanno provato a ridurre drasticamente gli spazi di democrazia partecipata con la riforma costituzionale, che siamo riusciti a bloccare con il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Hanno fatto l'Italicum, poi bocciato dalla Consulta. Hanno ritentato, facendo appunto il Rosatellum.

Cosa hanno di sinistra? Niente. Allora intanto ricordiamoci che questa legge elettorale è comunque proporzionale: può dare una geografia del consenso alle diverse forze che si presentano a queste elezioni, può essere una fotografia delle idee degli elettori. E poi non c'è voto utile quando tutti i sondaggi danno come possibile risultato un Parlamento senza nessuna maggioranza (con le difficoltà che verranno da questo e le responsabilità del Presidente della Repubblica, dopo il voto)

Allora intanto andiamo a votare. Andiamoci tutti, e specialmente chi non vorrebbe andare. Proprio dalla astensione potrebbe venire fuori il risultato più vicino appunto a chi è rimasto senza dire la sua opinione, arreso, disilluso, sicuro di non rispecchiarsi in nessuna proposta politica.

Liberi e Uguali vuole essere una proposta politica, con un programma che punta alla progressività fiscale per poter avere capacità di spesa volta al Lavoro, alla lotta alla precarietà, alla Sanità Pubblica vicina e efficiente, alla Scuola Pubblica di nuovo finanziata, all'ambiente, connesso al lavoro, in una economia sostenibile e che tuteli il patrimonio culturale, ambiente e paesaggio, come dice l'articolo 9 della Costituzione.

Pubblicato in Daniela Mastracci
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici