fbpx

Ceccano 1919-1922: "rivivere la storia sentendola propria"

LIBRI

..emerge il concetto di memoria come insegnamento...

di Loredana Alviti*
librofabiloffredi mag22 390 minLa Pro Loco ha accolto con piacer l’invito fattogli dagli autori Lucia Fabi e Angelino Loffredi alla presentazione del libro "Cronache proletarie di lotte successi e sconfitte. Ciociaria 1919-1922".

Un libro di grande spessore. Innanzitutto perché ci ha dato dato modo di approfondire la storia del nostro territorio dopo la prima guerra mondiale fino al 1922 acquisendo notizie inedite sulla storia di Ceccano e non solo, perché lo sguardo degli autori è rivolto a tutta la ciociaria parallelamente alla storia nazionale. Personalmente ho fatto memoria di tali avvenimenti, una memoria che include non solo il ricordare e il dovere farlo ma, emerge il concetto di memoria come insegnamento, un rivivere la storia sentendola propria (rif. memoria ebraica).

Innanzitutto io ho individuato due linee di lettura.
Una linea che riguarda la storia di quel periodo soprattutto per quanto rigauarda l’attività amministrativa
-l’altra riguarda la storia contemporanea

Ceccano nel 1919.
A livello generale possono essere messi in luce tre elementi
- Grande coinvolgimento delle masse popolari
- Prime richieste e sottoscrizioni di contratti
- Grande Esercizio di democrazia nell’ attività amministrativa
Tutti questi elementi vanno inquadrati nel termine rivoluzione ma tale termine ne può contenere tantissimi altri.

Tali elementi come notate sono tutti positivi, ce ne è uno però che appare in sordina ma purtroppo sfocerà nelle grandi forme di violenza fascista: i piccoli episodi di micro violenza che vennero spesso sottovalutati.
Solo Gramsci individuò tale aspetto prima della sua esplosione. Qui già emerge la sua solitudine politica all’interno del partitoalviti2 350 min anche per altre questioni.

Per spiegare la situazione politica di Ceccano nel 1919 devo iniziare dal 1914
Dopo le elezioni del 19 luglio l’amministrazione comunale è diretta dal sindaco da Giovanni Funari ed il consiglio è composto in gran parte da contadini, anche nel circondario le liste dei contadini hanno avuto grande successo: la rivoluzione appartiene alle masse.
Il contesto normativo era tutto a favore del padrone quindi qualcosa doveva cambiare. Occorre precisare che il movimento contadino allora aveva una doppia anima cattolica e socialista ed era il primo grande movimento di massa.
Il sindaco Funari riesce a superare tutti i dissidi interni. Le sedute dei consigli sono frequenti e partecipate, nonostante la presenza di alcuni consiglieri richiamati per guerra.
L’amministrazione diretta dai contadini sarà la più lunga dall’unità d’Italia: 6 anni e tre mesi. Vi sono nel paese anche altre rivolte: la lega degli infermieri apre un conflitto salariale con il Santa Maria della Pietà di Roma, ma il gruppo più forte è quello dei contadini.

C’e da evidenziare in questo periodo nella nostra cittadina la presenza di profughi austro–ungarici. In questo caso il comune si attiva con azioni di solidarietà infatti dopo una prima sistemazione nelle scuole comunali vengono trovati locali idonei a piazza Castello e la stessa amministrazione si assume l’ onere di pagare il fitto sperando che i profughi possano tornare nella loro terra (riferimento storia contemporanea verso ospiti Ucraini).

Subito dopo arriva la Spagnola, il nostro paese ne viene duramente colpito.
Si contano circa 244 morti. la spagnola colpiva soprattutto le persone piu robuste, al cimitero si fanno fosse comuni, ci si deve procurare legno per le bare.
Leggendo queste pagine ho letto anche la storia dei nostri giorni con la pandemia da covid.
Resta vittima della spagnola anche Don Tullio Felici, giulianese, il suo funerale viene celebrato a porte chiuse.
Nella chiesa di San Nicola si rafforza il culto al Sacro Cuore e alla Madonna Addolorata, le donne che avevano gli uomini al fronte, si vestono di nero e si diceva che portassero il lutto alla Madonna (Processione del venerdì Santo)
In questi giorni il consiglio comunale si trova a dover affrontare un episodio che definirei inquietante il dott Costantini, medico condotto abbandona il servizio mandando al suo posto solo personale interinale. Vengono chiamati altri medici di un certo spessore tra cui il capitano della croce rossa italiana dott. Passaglia e il primario del manicomio Gammarelli per dare aiuto alla popolazione.
Il rapporto con il dott Costantini poi si risolve in modo benevolo nonostante la gravità dei fatti

Oltre la spagnola la Ceccano del dopo guerra esce martoriata 220 morti piu di Frosinone. Rientrano a casa 9400 reduci, la maggior parte andranno a lavorare nelle campagne.
Gli addetti all’industria nel circondario di Frosinone sono pochi.
La categoria piu numerosa è quella bracciantile e si lavora in condizioni che definire pessime è poco, manca l’ assistenza medica, mancano edifici scolastici, tutto ciò non fa che indebolire il substrato sociale .
Anche la condizione degli operai è pessima.

A livello nazionale si delineano due scenari che anche in ciociaria cominciano ad emergere.
- Costituzione dei fasci italiani di combattimento
- Costituzioni delle sedi del partito socialista
(Riferimento ai contratti di lavoro di oggi)

Il 19 20 21 luglio anche Ceccano viene coinvolta nello sciopero internazionalista ma lo sciopero in ciociaria non funziona e qui viene fuori una cosa interessante: il disinteresse delle masse contadine nei confronti del partito.
Dobbiamo evidenziare che la lega dei contadini rimarrà sempre indipendente e non si associerà ai partiti politici perchè la sua componente era interclassista e altra motivazione era la loro origine: ante guerra.
Giuseppe Ballarati fondatore delle prime leghe nel suo programma era un fautore dell’indipendenza delle leghe contadine, promosse molte politiche a loro favore, ma fu un avversario del socialisti

A livello nazionale le lotte contadine avvenute nelle nostre terre hanno un risvolto; Nitti interviene con un decreto che concede ai contadini le terre incolte.

Tornando a Ceccano si continua ancora a progettare
L’attività amministrativa è instancabile
Si fanno anche progetti sovracomunali (già da allora era chiaro il punto strategico della nostra cittadina a livello geografico, infatti il sindaco Pasquale Carlini presenta al consiglio la proposta di adesione a due progetti:
La ferrovia Terracina – Sora con cui il comune si impegna a dare in cambio e un sussidio annuo per 50 anni (Ligne de vie);
Adesione al consorzio per l’acquedotto di Capofiume a cui gia il comune aveva aderito nel 1913, interrottosi poi con la guerra. Il sindaco aderisce poi al consorzio dell'Aniene.
Il progetto non verrà mai realizzato

Cosa importantissima da sottolineare sono i sussidi e l’attenzione al sociale avuta sempre dalle amministrazioni ceccanesi. Si parla di rimborsi per spese mediche alle classi meno abbienti e c’era addirittura una casa di isolamento per infermi o Lazzaretto in zona Gruttina.
Altro elemento da sottolineare è già la percezione che Ceccano sia collocata geograficamente come snodo sia politico che economico.

Nel 1919 si va al voto, i socialisti ottengono un ottimo risultato vengono eletti alla camera Domenico Marzi e Vittorio Lollini
L’ azione politica degli eletti era legatissima al territorio. I primi atti che i deputati fanno riguarda le terre, con un'interrogazione al Ministro dell’agricoltura riguardo ai diritti dei contadini.

L’elezione dei socialisti fa da incentivo alla costituzione della prima sede del partito socialista accanto alla sede di Madonna de Loco.

 

*Intervento di presentazione del libro "Cronache proletarie di lotte, successi e sconfitte. Ciociaria 1919-1922", di Lucia Fabi e Angelino Loffredi
Ceccano, da Zambardino il 22 giugno 2022 alle ore 19

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici